... LOGIN / SIGN UP / CART (0)
Administrator Goodfellas Jul 3, 2015 4:14:14 AM News

Gardens & Villa, a pop supreme

‘Music For Dogs’ è un album profondamente personale in cui i Gardens & Villa celebrano il loro nuovo domicilio losangeleno e tutti gli avanzamenti tecnologici che hanno investito la cultura contemporanea, non ultima quella musicale. L’adesione affatto sistematica alle teorie della new age ed ai culti religiosi orientali hanno dettato la strada per i loro primi due lavori sulla lunga distanza, l’omonimo del 2011 e Dunes del 2014. Per i nostri eroi l’ancoraggio alle tradizioni ha una lettura biunivoca: attitudinale e compositiva. L’insistente richiamo alle melodie sixties ed i numerosi intrecci celestiali tra voci e sei corde parlando la lingua di un personale revival musicale. 

Read More
Administrator Goodfellas Jul 2, 2015 7:40:25 AM News

Destoyer new album, Poison Season

Il 28 Agosto esce per Merge/Dead Oceans 'Poison Season', nuovo album dei Destroyer, progetto dell'artista canadese Dan Bejar. Dan torna dopo il grande successo di pubblico e critica legato a 'Kaputt', tra i dischi migliori degli ultimi 10 anni per Pitchfork, Mojo e El Pais. Con il precedente album 'Kaputt' i Destroyer avevano dato libero sfogo al loro amore per il pop sofisticato (sophisti-pop) dei primi anni '70, mentre con il nuovo 'Poison Season' l'enciclopedismo musicale di Dan ci riporta allo street rock orchestrale dello Springsteen di 'Born To Run' e del Bowie di 'Young Americans'.

Read More
Administrator Goodfellas Jun 26, 2015 4:46:57 AM News

RP Boo, strictly business

‘Fingers, Bank Pads & Shoe Prints’ è la più logica successione all’esordio lungo ‘Legacy’, frutto comunque di un lavoro capillare consolidatosi nel corso degli anni, come del resto dimostrato dall’Ep a sei tracce ‘ Classics’,  che prevedeva addirittura un estratto del 1997 a titolo ‘Baby Come On’. Quasi 20 anni di celere attività sotterranea, ma nulla di questo potevo prepararci all’esplosività del nuovo capitolo discografico, davvero un florilegio di suoni e dinamiche che sembrano portarsi dietro reminiscenze hip-hop e black in genere.  Non meravigliatevi dunque se all’appello immaginario saranno presenti i nomi di Jungle Brothers e Dj Assault. Kavain mette in campo non solo la sua esperienza dietro al banco di regia, ma anche sul dancefloor, ripercorrendo in maniera epocale la crescita come ballerino di stretta osservanza footwork. Dettaglio non trascurabile, se pensiamo a questa disciplina come a un estensione ‘di strada’ della musica, figlia a suo modo dell’elastica breakdance. 

Read More
Administrator Goodfellas Jun 25, 2015 6:10:21 AM News

Watkins Family Hour, Bluegrass con Fiona Apple

Esce il 24 Luglio 'Watkins Family Hour' per Family Hour Records/Thirty Tigers il compendio delle migliori esibizioni dell'ultima annata del famoso live show di Sara e Sean Watkins dei Nickel Creek. La Watkins Family è un progetto live dei fratelli Sara e Sean Watkins, membri effettivi degli eroi bluegrass-indie Nickel Creek e amici turnisti dei The Decemberists. Watkins Family Hour nasce dallo show mensile che il duo ha realizzato per il Largo Club di Los Angelese, show basato su performance dal vivo di sole cover con ospiti d'eccezione del livello di Jackson Browne, Nikka Costa, Susanna Hoffs, John C. Reilly e Nick Kroll . Il disco è stato registrato durante alcune session del WFH del 2014 e 2015 con la partecipazione di Fiona Apple e Benmont Tench (tastierista di Tom Petty) come guest fissi all'interno della band.

Read More
Administrator Goodfellas Jun 25, 2015 5:46:58 AM News

Mutoid Man - In the Style of Cave In

Tornano i Mutoid Man di Steve Brodsky (Cave In), Ben Koller (Converge) e Nick Cageao. 'Bleeder' il nuovo album del trio stoner, psy, metal, sludge americano è in uscita il 30 Giugno per Sargent House. 'Bleeder' è un monolite di psichedelia hard blues, un demone che richiama l'attenzione sui Cave In del periodo Hydra Head, i Converge meno ostici, la potenza dei Mastodon e la classe acida che ha sempre contraddistinto i lavori di At The Drive In e Mars Volta. 

Read More
Administrator Goodfellas Jun 25, 2015 4:55:18 AM News

Small Feet, folk dalla terra dei Sigur Ros

'From Far Enough Away Everything Sounds Like The Ocean', esordio degli Small Feet, uscirà il 14 Agosto per Control Freak Kitten (stessa label che ha pubblicato il fortunato esordio di Rebekka Karijord). Gli Small Feet sono un giovane trio islandese formato da Simon Stalhamreda con i compagni d'avventura Jacob Snavely e Christopher Cantillo. Simon e compagni hanno sfronato uno dei dischi più interessanti dell'anno in ambito di riscoperta folk, vicini a Fleet Foxes e Midlake, ma con il tipico tocco islandese che ha fatto la fortuna dei Sigur Ros.

Read More
Administrator Goodfellas Jun 25, 2015 4:48:41 AM News

Dam Funk, quest for vintage

Damon " Dām-Funk" Riddick è l’epitome del funk, almeno secondo una visione vintage contemporanea. Dal momento del suo debutto per Stones Throw nel 2008, Dām-Funk ha fatto un discreto numero di proseliti, divenendo portavoce di un’estetica che affonda naturalmente nella controcultura black dei ’70. Nel 2013, forte dei suoi exploit underground, si consocia a un altro figlioccio di George Clinton, il rapper Snoop Dogg. La collaborazione ‘7 Days of Funk’ sarà una delle più sincere operazioni ispirate alla fantastica città del cioccolato . Il nuovo album a titolo ‘Invite The Light’ non è stato certo concepito in un breve lasso di tempo, riportando piuttosto la cronaca fedele di un lavoro di circa 6 anni nello studio-casalingo.

Read More
Administrator Goodfellas Jun 25, 2015 2:25:37 AM News

Michael Head, pop-psych d'antan

Il 2015 sarà un album molto intenso per Michael Head. Megaphone è pronta a immettere in circolo nel suo formato originale ‘The Magical World of The Strands’ con l’aggiunta di un booklet di 20 pagine che include estese note di copertina dello stesso Michael unitamente ad immagini che  illustrano lo sviluppo dell’artwork di copertina. Nella versione cd due tracce extra – le 2 b side del singolo della settimana del 1998 per NME e  Melody Maker ‘Somethin’ Like You’. ‘Green Velvet Jacket’ è un brano acustico del solo Michael Head, mentre Queen Matilda (demo) è stata registrata agli albori del 1993 e prodotta dall‘ingegnere del suono ed intimo amico Ian Eastwood su un 4 tracce della Tascam.

Read More
Administrator Goodfellas Jun 25, 2015 1:14:51 AM News

Anneli Drecker, musa soave

Nota per la militanza nei Bel Canto, una delle più ispirate formazioni new wave scandinave (i cui primi due album per Crammed Disc continuano ad aver un’influenza importante anche sul bacino 4AD) Anneli Drecker è una vocalist capace ancora di stupire con il suo timbro etereo. Appena 17enne, Anneli abbandona la sua casa natale di Tromsø nei pressi del circolo polare artico con gli altri compagni di viaggio Geir Jenssen (che successivamente come Biosphere raggiungerà i solenni vertici della musica ambient-elettronica) e Nils Johansen per la pulsante scena di Bruxelles. Associata a più riprese a Lisa Gerrard e Liz Frasier per il suo timbro di voce, Anneli ha collaborato nel corso degli anni con artisti diversi come Hector Zazou, Jah Wobble, Gavin Friday, DJ Krush, Tim Simenon, lo stesso Simon Raymonde dei Cocteau Twins, Guy Sigsworth e Ketil Bjørnstad.

Read More
Administrator Goodfellas Jun 24, 2015 7:58:44 AM News

Briana Marela, primo album su Jagjaguwar

Briana Marela è una giovane artista di Seattle, una cantautrice dall'animo moderno capace di unire l'amore per la chitarra classica con le orchestrazioni dei Sigur Ros e delle Amiina. Il suo esordio uscirà il 21 Agosto per Jagjaguwar ed è stato registrato in Islanda da Alex Somers (storico collaboratore di Jonsi e dei Sigur Ros).

Read More
Administrator Goodfellas Jun 24, 2015 7:19:11 AM News

PiL, nuovo album

Il 4 Settembre è in uscita il nuovo album dei PiL 'What The World Needs Now', seguito del grande successo di critica e pubblico di 'This Is PIL' pubblicato nel 2012 da John Lydon e compagni. 'What World Needs Now' sarà anticipato il 21 Agosto dalla pubblicazione del singolo 'Double Trouble'. Il nuovo album di John Lydon e compagni uscirà sempre per la PiL Official e distribuito in Italia da Goodfellas.

Read More
Administrator Goodfellas Jun 1, 2015 1:09:20 AM News

Younge/Killah: 12 reasons to die II

A partire dalla copertina - un incanto thriller gotico che sarebbe potuto albergare nella mente dei migliori registi italiani d'epoca (Sergio Martino su tutti) o in quella dell'inestimabile Jesus Franco - abbiamo la dimensione di un plot non solo musicale, ma anche estetico, che dagli albori di questa collaborazione ha illuminato le strade del Wu-Tang Clan Ghostface Killah e del produttore factotum Adrian Younge. Gli innumerevoli estimatori della combo, ormai tutt'altro che estemporanea, hanno atteso ben due anni il successore del fortunato esordio.   Un periodo comunque intenso per entrambi, dall'incontro di Ghostface con la band 'strumentale' canadese Badbadnotgood alle innumerevoli sortite di Younge dietro al banco di regia e non solo (pensiamo a quanto fatto con il suo marchio personale Linear Labs). C'è un'addizione importante dal punto di vista lirico in occasione di questo secondo volume: Raekwon. La chimica cementata da due decadi or sono - in occasione del classico di Rae 'Only Built 4 Cuban Linx' - è più forte che mai. 

Read More
Administrator Goodfellas May 29, 2015 5:23:47 AM News

Night Beds, Ivywild

Night Beds, il progetto musicale del 26enne Winston Yellen, è in procinto di lanciare il suo secondo album, Ivywild, in uscita il 7 di agosto per Dead Oceans. Il seguito all’acclamato debutto del 2013, Country Sleep, Ivywild è una mesmerica collezione di brani dal retrogusto malinconico e dal piglio sottilmente R&B.  La gamma di ascolti del nostro ha del resto condizionato le sue scelte più recenti, andando a cristallizzare una serie di ascolti eclettici che in prima fila prevedono jazz e musica di orientamento groovy. Per un artista che senza colpo ferire cita Bill Evans e J Dilla esiste per l’appunto un filo rosso costituito da quelle che Yellen ama definire ‘tristi jam sexy’, ispirate non a caso da una lunga relazione amorosa recentemente estinta. Una genesi che va rintracciata nelle notti all’addiaccio di Nashville, dove Yellen ha saggiato per la prima volta il piatto della metamorfosi hip hop: Yeezus di Kanye West.

Read More
Administrator Goodfellas May 29, 2015 5:02:23 AM News

The Last Hurrah!!: Mudflowers

Nella giovane Maesa Pullman il leader dei The Last Hurrah!! HP Gundersen ha trovato finalmente la voce ideale per il suo progetto in continua evoluzione, circostanza a cui teneva – evidentemente – più di ogni altra cosa. Dopo aver esplorato le possibilità della chitarra drone nel debutto "Spiritual Non-Believers" e la rivalsa della forma-canzone nel successivo "The Beauty Of Fake", HP torna con un terzo album che si affaccia con grande competenza nel mare magnum della più classica tradizione pop e folk-rock, valutando una produzione vintage che potesse far convivere elementi di country ed Americana, brit-pop, psichedelia, blues e finanche soul. Il caporedattore di Rolling Stone David Fricke ha scritto in esclusiva le note del disco sottolineando che: “probabilmente avrete ascoltato tutto questo prima, ma – credetemi – mai in questa forma ".

Read More
Administrator Goodfellas May 29, 2015 4:32:23 AM News

Tess Parks meets Anton Newcombe

Nata a Berlino agli albori del 2014 ed alimentata nel corso dell’estate successiva ‘I Declare Nothing’ è l’intensa collaborazione tra Tess Parks ed Anton Newcombe (Brian Jonestown Massacre), in uscita sul finire di giugno proprio per la label del guru psichedelico A Recordings. Il duo ha concepito l’album a quattro mani, con l’intento di portare in tour il progetto in Europa nel corso di quest’anno solare.

Read More
Administrator Goodfellas May 28, 2015 2:36:58 AM News

John Milk, treat me right

John Milk è il vostro prossimo cocktail musicale preferito! Prendete una buona dose di soul americano dei sixties, aggiungete al mixer il meglio della musica funk del decennio successivo... scuotete questa bomba in maniera decisa, senza farvi mancare un pizzico di afrobeat ed un tocco di smooth jazz. Ci siamo, siete appena entrati nel territorio dei John Milk e del loro primo album ‘Treat Me Right’. Un disco che possibilmente vi accompagnerà sulla via lattea...Dopo aver collaborato con Big Single e Favorite Recordings, John Milk lavora in grande confidenza con Bruno "Patchworks" Hovart, uno dei più essenziali produttori francofoni. 

Read More
Administrator Goodfellas May 28, 2015 2:08:11 AM News

C Duncan, eclettismo pop

‘Architect’ è l’album di debutto per Fat Cat  del nuovo talento scozzese di Glasgow C Duncan, i cui precedenti singoli (tutti presenti nell’album) hanno già raccolto ampi consensi tra stampa e radio locali. Il disco è stato scritto e registrato in solitaria proprio nella città natale in uno studio casalingo attrezzato per l’occasione, aggiungendo gradualmente strati sonori e singoli strumenti, in modo da garantire il giusto respiro alle composizioni. Come compositore il nostro ha una formazione classica - essendosi laureato al Royal Conservatoire di Scotland – un’altra chiara ed evidente influenza visibile nella sua scrittura, nel corpo delle tessiture e nei meticolosi arrangiamenti. 

Read More
Administrator Goodfellas May 27, 2015 6:02:17 AM News

Jenny Hval, l'apocalisse della ragazza

Per chi abitualmente frequenta il catalogo Rune Grammofon e le vicissitudini della musica indipendente scandinava, il nome di Jenny Hval non suonerà certo inedito. Questa è la sua – letterale – benedizione internazionale sotto l’egida di Sacred Bones, che ne pubblica la nuova fatica discografica. Il suo nuovo album si inaugura con una citazione del poeta danese Mette Moestrup, e continua affacciandosi oltre l’abisso. La ragazza dell’apocalisse riportata nel titolo, rivela una narrativa allucinante sospesa tra realtà e finzione, un’ opera che del sogno febbrile fa tesoro, indagando in quella colorata sospensione spazio-temporale tra morte e rinascita. Il tutto raccontato con il linguaggio trasgressivo della musica pop.

Read More
Administrator Goodfellas May 26, 2015 6:33:52 AM News

Chelsea Wolfe, l'abisso del subconscio

Chelsea Wolfe ritorna con il suo quinto album da studio, Abyss previsto per il 7 di agosto su Sargent House. Nel corso di 4 album la nostra ha messo in campo una tensione costante, fatta di distorsioni e nebulose territoriali dove le lunghe ombre si allungano oltre il confine del sublime, conservando un’infinita grazia. Se fino ad ora le prove e le tribolazioni della Wolfe – sempre a cavallo tra sogno e realtà – hanno rappresentato un’influenza subconscia sul suo lavoro, con Abyss si confronta deliberatamente con questi confini e plasma quella che è una colonna sonora da lei stessa descritta come “oltre la nebbia . . . una tempesta invertita . . . l’oscurità rovesciata . . . l’abisso del tempo.”

Read More
Administrator Goodfellas May 26, 2015 12:59:05 AM News

Sleaford Mods, Key Markets

Il duo di Nottingham torna prepotentemente sulle scene dopo l’ultimo antologico licenziato da Ipecac, giunto a conclusione di un trionfale 2014 per loro. Questo è il loro terzo album sulla lunga distanza e vedrà ancora una volta luce per i fedeli coevi di Harbinger Sound, la piccola indipendente di credo abstract-punk che sin dai primordi ha puntato su di loro. Il disco – schedulato per il 10 di luglio – sarà albergato in una confezione apribile creata d hoc da Steve Lippert e sarà masterizzato da Matt Colton presso lo studio Alchemy. Per tutto il resto, rivolgetevi ai soliti Sleaford Mods. 

Read More
Administrator Goodfellas May 25, 2015 7:37:36 AM News

Ex-machina, sci-fi soundtrack

Per un’etichetta devota al cinema, l’ennesima riprova di un’attitudine votata all’esaltazione della settima arte, anche attraverso progetti speculari e interpolazioni musicali. Per l’indipendente inglese l’occasione è ghiotta, pubblicare la colonna sonora dell’ omonima pellicola diretta da Alex Garland, da più parti indicata come una delle più sensazionali creazioni nell’ambito fantascientifico odierno. Ex Machina ha una valenza importante, tornando a livello ipertestuale su quelle intelligenze artificiali che a lungo hanno informato una nicchia della società dello spettacolo.  Il film è stato già accolto in maniera trionfale nel Regno Unito, con una serie di impeccabili recensioni pubblicate da testate quali Sight & Sound e The Guardian, che ha utilizzato l’appropriato termine di ‘thriller tecnologico’.  ‘Ex-Machina’ è il debutto dietro la macchina da presa di Alex Garland, già sceneggiatore di ‘28 Days Later’ e ‘Sunshine’. Inizia con un trittico di stelle emergenti come Oscar Isaac, Domhnall Gleeson ed Alicia Vikander, che ritraggono un robot costruito per testare proprio i confini tra uomo e macchina.

Read More
Administrator Goodfellas May 25, 2015 1:44:39 AM News

Bisca, collezione 1982-1984

Mentre ascoltavo per l‘ennesima volta i brani di “Collezione 1982-1984” ho cercato in archivio i miei primi scritti sui Bisca, relativi proprio ai giorni dei quali questo CD offre testimonianza. Vincere il disagio del confronto con la mia zoppicante prosa giovanile non è stato uno scherzo, ma mi occorrevano un paio di stralci significativi e li ho trovati. Ad esempio, che il sound della band “oscilla fra un rap viscerale e convulso e un funk isterico e anticonvenzionale, con larghe concessioni a soluzioni jazzate”; oppure, che “i testi, in inglese, italiano e napoletano, hanno un ruolo di secondo piano, ma contribuiscono efficacemente a sottolineare l’ossessività delle composizioni attraverso una ripetitività di frasi e parole che a tratti rasenta la paranoia”. Tutto incontrovertibile anche a distanza di oltre tre decenni, ma il documento più eloquente rinvenuto nella mia “capsula del tempo” è la foto in bianco/nero scattata da un Cesare Accetta non ancora consacratosi al cinema. Nell‘organico a sei del mini-LP d‘esordio, i Bisca vi appaiono ribelli e assieme eleganti, sullo stile di alcuni esponenti dell‘area no wave newyorkese tipo James Chance & The Contortions; brillante il contrasto fra il look da blusons noirs e l‘ambiente con damigiane e stendini, un po‘ come farsi ritrarre in giacca e cravatta fra la spazzatura di un vicolo della Grande Mela.

Read More
Administrator Goodfellas May 21, 2015 4:30:07 AM News

The other side of Rickie Lee Jones

Per due volte vincitrice del Grammy, Rickie Lee Jones esplose letteralmente nella scena pop con il suo seminale album di debutto omonimo, continuando poi a sperimentare sul suono e sulla sua stessa persona nel corso di una carriera costellata da grandissimi risultati artistici. 15 album unanimemente acclamati dalla critica e da un pubblico di estrazione roots (ma non solo), per un’autrice tra le più brillanti del nostro tempo. L’ultima offerta da studio porta il titolo di ‘The Other Side of Desire’, un disco scritto e registrato in quel di New Orleans. Città cui la nostra e’ fortemente ancorata, se pensiamo che la Jones vive proprio sul lato opposto della strada resa celebre da un’istituzione locale come Tennessee Williams. Prodotto da un tecnico esperto come John Porter (Roxy Music, The Smiths, Billy Bragg) e Mark Howard, questo è il primo lavoro sulla lunga distanza cui Rickie ha lavorato da oltre un decennio a questa parte.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 29, 2015 1:55:49 AM News

The Selecter, sottocultura viva

La leggenda 2-Tone ritorna in studio con un nuovo album inedito. In uscita a giugno per DMF Records, il programmatico ‘Subculture’ conferma i Selecter attivissimi non solo nella dimensione live, ma anche nelle mura ‘domestiche’ dello studio di registrazione.  Prodotto da Neil Pyzer e mixato dal richiestissimo Prince Fatty (Lily Allen, Graham Coxon, Gregory Isaacs), ‘Subculture’ è il biglietto da visita di una formazione rivitalizzata e completamente in sintonia con le istanze del mondo moderno. Una sottocultura – quella invocata dal titolo – che progressivamente si è fatta largo nei circuiti popolari, pensiamo altrove al successo di una pellicola come ‘Northern Soul’ ad esempio. Dopo essere tornati sulle scena più di un lustro fa, i Selecter hanno peraltro confermato il senso della loro ricerca, fatta di elementi 2-Tone, Ska, Reggae & Soul comunque distanti dal circuito mainstream e da quello che oggi è lo spesso disarmante panorama delle contaminazioni in salsa r&b.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 29, 2015 1:28:20 AM News

Blanck Mass, l'altro Fuck Buttons

Blanck Mass è il progetto solista di Benjamin John Power dei Fuck Buttons. Con questa sigla si muove parallelamente al gruppo madre dal 2010. Descritto da Fact magazine come “simultaneamente lenitivo e grandiosamente devastante, esoterico e sorprendentemente accessibile”, il suo omonimo album di debutto è stata un’elegante -  e tutto sommato introspettiva – dipartita dall’elettronica in forma stadio (ricordate la cerimonia dei giochi olimpici inglesi ?) con cui si era fatto conoscere. Proprio nel 2012, il suo brano “Sundowner” fece bella mostra in quella uscita ufficiale, raggiungendo un numero di utenti stimato intorno ai 900 milioni di unità. La sua nuova prova solista è stata concepita, prodotta e registrata in diverse location nell’arco di un anno. 

Read More
Administrator Goodfellas Apr 29, 2015 1:14:51 AM News

Prefuse 73, il ritorno

Sono passati ben 4 anni dall’ultima pubblicazione di Guillermo S. Herren con il suo più celebre alter ego di Prefuse 73 (anche se si è certamente tenuto impegnato con concerti dal vivo, collaborazioni e remix). E’ un attesa estenuante, virtualmente per ogni artista, ma è una vera e propria eternità per Herren, I cui primi tre album come Prefuse 73 sono stati pubblicati nel breve volgere di un lustro. Quasi per recuperare il tempo perso, il 2015 vedrà la pubblicazione non di uno, ma di ben tre lavori a firma Prefuse 73. Dopo una serie di uscite che lo hanno visto allontanarsi dal contesto ritmico che ne aveva fatto uno dei più interessanti beat maker nel circuito del mutant hip hip e dell’ intelligent dance music, Guillermo scopre un nuovo vigore. Per la prima volta l’artista si trova esattamente a suo agio come nel biennio 2005/2006, ed il disco  lo dimostra sotto tutti i punti di vista, aggiungendo un ingrediente fondamentale: la pazienza.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 29, 2015 1:07:06 AM News

McCaughan, superchunk goes solo

Mac McCaughan è ad oggi una delle figure più importanti del circuito indie americano, oseremmo dire cruciali. Il leader dei Superchunk oltre ad aver regalato autentiche elegie colle-rock con la sua band è stato anche il fondatore di Merge Records, uno dei marchi più longevi del circuito underground, la stessa casa che ha saputo scommettere in tempi diversi su Arcade Fire, Bob Mould, Dinosaur Jr., Lambchop, American Music Club o She & Him (giusto per attingere ad un catalogo incredibilmente ampio e variegato). Mac non aveva mai giocato la carta solista ad oggi, un desiderio perseguito da tempo. Non-Believers è così il suo sogno nel cassetto, un banco di prova se vogliamo. E’ un disco che si regge sul potere delle canzoni, quelle che hanno una presa immediata e guardano ben oltre l’orizzonte della new wave o del rock alternativo. Per quanto il progetto fosse focalizzato sul dopo-punk, Non-Believers è un disco che rispolvera gradite influenze sixties ed un magico tocco power-pop. Le chitarre sanno sempre essere controllate, il pedale della distorsione non è così praticato, semmai sono le tastiere a descrivere prontamente il tono confidenziale di Mac, che apre a temi più introspettivi, ricalcando in questo la vena isolazionista di molti eroi maledetti degli ottanta (vi basti riflettere su quella ‘Isolation’ dei Joy Division per trovare una pietra di paragone)

Read More
Administrator Goodfellas Apr 28, 2015 7:25:33 AM News

Kenny Knight, countryman

La prima ristampa ufficiale di questa ricercata private-press del 1980 (uscita per la fantomatica Calop Records) all’insegna del più bucolico e seducente  country-rock, firmata dal cantautore, estroso pittore ed ex-marine Kenny Knight. Reduce da esperienze minori nei sixties, il lavoro di Knight in ‘Crossroads’ richiama una versione casalinga e meno appariscente del seminale ‘American Beauty’ dei Grateful Dead. Una sensazione suffragata dal mood quasi dimesso dell’opera e da una scrittura che rimane comunque indelebile. Languido, ansiogeno, melanconico e meravigliosamente melmoso, questo documento apparentemente senza tempo fu concepito agli albori di una nuova decade, dove l’individualismo avrebbe avuto gioco facile, influenzando anche le politiche della musica popolare. Prodotto in  collaborazione con Numero Group, contiene le bellissime e rivelatorie note introduttive dello scrittore e collezionista Michael Klausman e di Kenny stesso. 

Read More
Administrator Goodfellas Apr 28, 2015 3:19:15 AM News

Sharon Van Etten, nuovo Ep

Sharon Van Etten non ha mai avuto necessità di grandi spazi per rivelare grandi intenzioni. Con quattro album pubblicati negli ultimi sei anni, è divenuta una delle più astute cartografe del cuore, abile nel catturare tribolazioni emotive e trionfi umorali con linee incisive ed una voce che non perde nulla nella traduzione e trasmissione dei sentimenti. Il suo secondo, epico, disco ha avuto bisogno di appena sette trace per rispettarne il titolo. ‘Tramp’ del 2012 e lo straordinario ‘Are We There’ dello scorso anno hanno definitivamente aperto le porte dell’anima, consentendo a Sharon di albergare sentimenti universali in piccoli ambienti. Dall’inizio fino alla recente straordinaria affermazione, Sharon Van Etten ha da sempre compreso l’impatto ‘economico’ delle composizioni. Non dovrebbe giungere come una sorpresa che il suo nuovo Ep di cinque tracce per Jagjaguwar ’I Don’t Want to Let You Down’ documenti  un senso di resa e scoramento, ammettendo responsabilità e disillusioni in un’offerta distillata di appena 22 minuti. 

Read More
Administrator Goodfellas Apr 28, 2015 2:47:11 AM News

Goatsnake, hell breaks blues

‘Black Age Blues’ (Southern Lord) è un classico istantaneo, con ognuna delle sue nove trace ascrivibili alla sezione anthem, ed ognuno dei suoi quattro membri al top della forma. Ogni cosa è magnificente, la voce dell’ex Scream Pete Stahl non è mai apparsa così brillante, la sezione ritmica comprensiva del mitico batterista Greg Rogers (Poison 13, The Obsessed) e del bassista Renner è la forza trainante in ogni singolo episodio, mentre i riff del chitarrista e padrone di casa Greg Anderson sono pesanti come non mai. Nell’intro dell’album – la breve frazione che precede 'Another River To Cross' – la chitarra acustica è di un certo David Pajo (Slint, Aerial M, Papa M). Nella stessa traccia un campione dalla 'The River' del gruppo stesso. Il piano è suonato da Mathias Schneeberger e la figlia d’arte Petra Haden contribuisce con voce e violino.  Un’altra brillante addizione al disco arriva dal contributo vocale delle Dem Preacher's Daughters (Wendy Moten, Gale Mayes ed Andrea Merrit).

Read More
Administrator Goodfellas Apr 28, 2015 2:20:23 AM News

Black Mountain, il debutto 'restaurato'

Magari è un banalissimo cliché, ma i più grandi dischi sono davvero senza tempo. Il debutto omonimo dei Black Mountain è uno di questi. E’ un classico del nuovo rock, con punti di riferimento arcani ed evidenti, suona fresco, poco familiare a tratti, definitivamente irresistibile. Il lavoro di un piccolo collettivo di musicisti proveniente da Vancouver, Canada, lontano da ogni influenza industriale ma fermamente nel vortice della propria creatività, il debutto dei Black Mountain è stato, naturalmente, un inizio ma ha anche segnato una fine. Concepito come il quarto album dei Jerk With A Bomb, il progetto solista di Stephen McBean convertito a tutti gli effetti in un’atipica formazione rock,  il disco si regge sulle scheletriche sessioni tagliate da McBean e Josh Wells e levigate ‘on the road’ in alcuni disabitati club del nordamerica con Amber Webber. “Tirammo giù le tracce essenziali, le chitarre e le batterie - ricorda McBean - Matt (Camirand, basso) si sarebbe successivamente unito a noi, tanto da spingerci a cambiare il nome della band dopo un sogno premonitore in cui la sezione B nel reparto dischi sarebbe stata sicuramente più appetibile in mezzo ai nomi di Black Flag e Black Sabbath. Il coinquilino di Josh - Jeremy (Schmidt, tastiere) era in agguato. Gli chiedemmo se avesse voluto aggiungere qualche nota qua e là. E’ ritornato con tutte queste parti orchestrate, tanto da decretarne la naturale integrazione  nella band.’’ 

Read More
Administrator Goodfellas Apr 28, 2015 1:33:48 AM News

Cayucas, il sole è alto

Nel loro ultimo album – ‘ Bigfoot ‘ - i Cayucas hanno in pratica definito i sonnolenti contorni della città marittima di Cayucos, CA. Sono cresciuti visibilmente dalla condizione di ‘garage’ band a quella di band capace di girare il mondo, sostenuta da numerose radio indipendenti internazionali. Per questa nuova offerta – ancora griffata Secretly Canadian - Zach Yudin ed il suo fratello gemello Ben, si sono dedicati ad un’analisi schiettamente personale. Trasferitisi stabilmente in quel di Los Angeles, i nostri hanno attinto dall’adolescenza spesa nei sobborghi della piccola cittadina californiana di Davis; la nostalgia è un’esperienza attuale e descrive ‘Dancing At The Blue Lagoon’ in maniera esaustiva. Il loro approccio rimane solare per tutta la durata del disco e quel piglio malinconico non può esser altro che un marchio di fabbrica tipicamente west-coast. E’ il suono di quei ragazzini dei sobborghi che hanno fantasie in technicolor, la cui vista del Golden State rappresenta una sorta di ideale. E c’è una confidenza sintomatica nel beat di ‘Hella’ o in quella chitarra tipicamente surf che bella mostra di sè in ‘Moony Eyed Walrus’. Il piglio quasi mozzafiato di ‘Backstroke’ è ispirato ad una storia poliziesca dello scrittore giapponese Murakami, un noir tra esercizio di stile e sensibili strappi emotivi. 

Read More
Administrator Goodfellas Apr 22, 2015 7:32:10 AM News

391 Voyage Through The Deep 80s

Il progetto 391 nacque nel 1983 dal desiderio di due adolescenti inquieti, provenienti da una noiosa città di provincia, Ascoli Piceno, di dare vita e forma ad una serie di compilazioni su nastro, che fotografassero l’underground musicale italiano. La scelta del nome voleva essere un omaggio all’omonima rivista dadaista newyorkese, redatta dal pittore e poeta Francis Picabia.

L’intento era quello di organizzare geograficamente il materiale musicale, scandagliando i gruppi new wave e post-punk regione per regione. Una mappatura dell’Italia musicale più marginale e spigolosa, secondo questo criterio selettivo: rappresentare la scena più radicale del nuovo rock nazionale, cresciuto all’indomani della deflagrazione post-settantasettina, cercando di coglierne l’essenza più autentica. Nonostante il moltissimo materiale raccolto, proveniente da varie regioni, il progetto 391 s’interruppe nel 1985, dopo l’uscita dei primi due volumi dedicati a Marche e Umbria.



Read More
Administrator Goodfellas Apr 1, 2015 6:52:33 AM News

Criminale Vol.3/4

Il decennio 1968-1978 ha un'importanza particolare nella storia d'Italia del secolo scorso, un periodo di profonde trasformazioni sociali e culturali cominciato sull'onda delle proteste giovanili di Berkeley e del maggio francese ma sviluppatosi poi in direzioni possibili solo nel paese più contraddittorio e dietrologo del mondo occidentale. La perdita definitiva dell'innocenza di una nazione da una parte ancora ubriaca del boom economico e dall'altra pronta ad un salto nel buio verso una modernità talvolta incomprensibile e piena di variabili impazzite. Anni di strategia della tensione- aperti dalla strage di Piazza Fontana e conclusi dal rapimento e assassinio di Aldo Moro- riflessa in ogni aspetto della cultura e della società. Tensione palpabile, sonora, visiva.

La colonna sonora di tutto questo la scrivevano in tempo reale un pugno di compositori intraprendenti che, fra una session e l'altra per le grandi colonne sonore del cinema o per l'orchestra della RAI, faceva palestra creativa e qualche spicciolo incidendo instant album per gli editori di library. Fotografie sonore della società italiana di quegli anni, così realistiche da non assomigliare neanche un po' a quelle che contemporaneamente scattavano i compositori francesi, tedeschi o inglesi ai loro rispettivi paesi. 



Read More
Administrator Goodfellas Apr 1, 2015 6:29:55 AM News

Van Hunt, the fun rises

Van Hunt, nato a Dayton, Ohio si è successivamente affermato sul più ampio territorio di Atlanta, dove ha raccolto grandi consensi nel ruolo di produttore e songwriter, grazie alle collaborazioni scintillanti con Dionne Farris, Rahsaan Patterson e Cree Summer, per non parlare della colonna sonora ‘Love Jones’ che ha ottenuto il disco di platino. Il quinto album, pronto a girare ora sui vostri lettori, vede di nuovo la collaborazione con Thirty Tigers. ‘The Fun Rises, The Fun Sets’ è - a detta del suo autore -  ispirato da Delfonics, Parliament-Funkadelic, Pink Floyd e Billie Holiday. Ascoltandolo a ripetizione facciamo davvero fatica a comprendere come il suo talento non abbia già conquistato l’Europa dopo gli States.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 1, 2015 3:53:26 AM News

Okapi, pruffoli

Questa è un’eccitazione auditiva! Una stimolazione musicale elettrizzante! E’ il genio articolato del ‘maestro’ Filippo Paolini, con un nuovo, scintillante, esotico, immaginifico suono. Corredato da un nuovo intimismo e da tagli sapientemente melodrammatici. L’apertura con ‘Chetamomil(la)’ in collaborazione con Niobe (Tomlab, Sonig) ha un tocco caldo e puramente seducente, grazie al fantastico intervento vocale di Till Albrecht Jann. I testi – scritti dal poeta ed artista brasiliano Roberto Cabot recitano: “ L’oceano sta divenendo sottile, il blu delle nostre anime, nell’aria l’idea di oblio ci ha lasciato una canzone, una volta avevo un amico...“. La traccia che titola l’album (per Onglagloo Records) parla del destino di una immaginaria città del futuro. Potrebbe essere - per assurdo - una sceneggiatura scritta a quattro mani da Federico Fellini e F.Scott Fitzgerald, incrociata con la visione eclettica e lo stile anticonformista di un Terry Gilliam. Ed ancora una volta c’è lo zampino di Niobe, questa volta alla voce con un’interpretazione quasi oppiacea, vicina a certe cantanti del varietà anni ’20. 

Read More
Administrator Goodfellas Apr 1, 2015 2:32:39 AM News

Unknown Mortal Orchestra, Multi-love

C’è tanta carne al fuoco nel nuovo album di Unknown Mortal Orchestra, nominalmente uno dei dischi dal profilo più variopinto e signorile attesi in questo 2015. Distanziarsi dal mare magnum dell’indie-rock è stata più che una necessità una prerogativa.  ‘Multi-Love’  in uscita a maggio per Jagjaguwar è uno dei dischi più ambiziosi prodotti ad oggi dalla label, un lavoro capace di perpetrare un disegno pop geometrico, alimentando al contempo visioni progressive ed universali. Il titolo dell’album è esplicito, un concetto reiterato per tutta la durata del lavoro, quasi un’alchimia tra uomo e macchina. Le chitarre non sono così l’elemento di spicco, ma vengono centellinate per tutta la durata della micro-opera, lasciando sovente il passo ai sintetizzatori – necessariamente vintage – e a nuove tecniche di incisione e manipolazione. Tutto questo per sottolineare una nuova estetica, capace di sviare le più consone comande del ritornello-bridge-ritornello. 

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2015 8:37:30 AM News

Chinese Men, remix showcase

Qualcuno di voi cerca un antidoto al primo caldo ? Qualcosa che possa accompagnarci in maniera non troppo celere verso i tramonti estivi ? Bene, sarà il caso di indirizzare lo sguardo Oltralpe, dove  la crew degli uomini cinesi è ovviamente di casa. Questo nuovo Ep esteso, che supera abbondantemente la soglia dei 30 minuti avvicinandosi dunque ad un  concept album, mette insieme alcuni esclusivi remix e tracce rigorosamente inedite. ‘Sho Bro’ è al solito prodotto dal marchio di casa Chinese Man Records, a dimostrazione di come il collettivo sia un’entità completamente a sé stante, capace di organizzare nel minimo dei particolari dall’attività promozionale a quella di booking, rimanendo fedele al proprio universo multikulti. 

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2015 8:31:27 AM News

Saun & Starr

Vi siete mai chiesti che effetto faccia essere relegate al pur brillante ruolo di accompagnatrici canore ? Saundra Williams e Starr Duncan Lowe potrebbero trasmettervi alcune informazioni a riguardo… Il duo ha stretto una sorta di alleanza dopo un fruttuoso incontro in una serata a microfoni aperti in quel di Harlem, nel pieno degli anni '80. Negli ultimi cinque anni il loro impegno costante è stato nello spalleggiare come backing vocalists Sharon Jones & The Dap-Kings, una responsabilità non da poco. Ora, come per incanto, le due prendono il centro del palco con il nome di battaglia di Saun & Starr, in concomitanza con l’arrivo del loro album di debutto schedulato il prossimo maggio per l’etichetta di casa: ovvero la Daptone.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2015 8:23:14 AM News

Steve Von Till, sangue e anima

Forse il titolo non ostenta fedelmente il concetto, ma ci si avvicina in maniera sostanziale: A Life Unto Itself non è semplicemente il titolo del quarto album in solo di Steve Von Till, quanto un’attendibile fotografia degli oltre 25 anni spesi nel forgiare, in comunione con i suoi ‘fratelli’, l’incomparabile forza musicale che sono i Neurosis (per non citare poi le avventure in parallelo con Tribes Of Neurot e con l’alter ego Harvestman). Potrete ascoltare questa ricca biografia musicale, ed unitamente a questa molteplici esperienze personali, nel suo nuovo cimento solista per Neurot.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2015 8:13:04 AM News

Stetson-Neufeld, l arte del duo

Due dei più acclamati solisti (in veste strumentale) di casa Constellation uniscono le forze in un nuovo album fatto di composizioni originali per violino e fiati. I due iniziano a confrontarsi durante i rispettivi tour solisti del 2012, avvicinandosi episodicamente in alcuni e selezionati episodi in scaletta. Un’amicizia ed una stima reciproca, consolidata anche dalle brevi frequentazioni di Stetson con Bell Orchestre e Arcade Fire (la Neufeld assieme al polistrumentista Shahzad Ismaily ha composto poi con il sassofonista un trio d’improvvisazione, celebre per la colonna sonora di  Blue Caprice). Il materiale è stato concepito nel 2014 e testato dal vivo durante alcune  performance nei maggiori appuntamenti internazionali dedicati alla musica di ricerca come il Festival de Musique Actuelle de Victoriaville (Canada) ed il tedesco Moers Festival. L’ album è stato registrato senza overdubs, loop o campionamenti, rispettando una piena estetica live nel celebre studio/fattoria di Hans Bernhard nel Vermont e mixato a Montreal da Mark Lawson (Arcade Fire). 

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2015 8:00:57 AM News

Mikal Cronin, MCIII

Il ritorno di Mikal Cronin con ‘MCIII’ per Merge è sintomatico di un modo di intendere melodie ed arrangiamenti atipico, seguendo un nuovo corso che in qualche misura lo allontana dai sommovimenti nevralgici che investirono il Northwest agi albori dei novanta. Un disco fatto di liriche strettamente personali, contraddistinto dal canto del nostro che si staglia su universo (power) pop invitante. Una produzione intesa a far di Cronin una futura stella del mercato indipendente, tanta la cura con cui i brani sono stati prodotti, alla ricerca di una perfezione formale che solo una grande mente avrebbe potuto concepire. Perché Cronin fa tutto – incredibilmente – in grande autonomia, simulando le imprese di un’orchestra rock (una E-street Band dei nostri giorni ? degli ELO imbizzarriti ?) ed affacciandosi su quei territori FM che rappresentano oggi linfa vitale per un circuito altrimenti in debito d’ossigeno.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2015 7:52:45 AM News

Tallest Man On Earth, enter the darkside

‘Dark Bird Is Home’ (in uscita a maggio per Dead Oceans) non dà certo l’impressione di giungere da uno spazio-temporale preciso come da un singolare mangianastri. Le canzoni ed i suoni sono stati per l’appunto catturati in diversi paesi, studi e addirittura fienili, mantenendo così una caratteristica ‘temporale’ unica, rispettando una qualità che alternasse sporcizia e grinta. Se siete dei seguaci della prima ora di The Tallest Man On Earth, comprenderete ben presto come Dark Bird paga magari pegno ad alcuni di quei vecchi dischi con cui siete cresciuti, battendo nuovi luoghi che imparerete ad apprezzare nella stessa misura. Se questo è il vostro primo incontro con l’artista, siate pur certi che qualcuno sarà geloso della vostra posizione. Apprezzerete queste canzoni, con la coscienza di dovervi ancora confrontare con almeno 40 gemme estratte dagli album e singoli precedenti.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 25, 2015 1:24:38 AM News

Wire, eterna giovinezza

Tornata stabilmente in attività la band ci regala il suo tredicesimo album in studio, semplicemente omonimo, comprendente materiale in primis testato dal vivo, fatta eccezione per un singolo brano che Colin Newman ha portato in sala di incisione. L’idea era quella di ottenere la più spontanea reazione dai musicisti. Il disco è pieno di melodie pop, pesantemente influenzate dal sixties sound ma pur sempre trasversali. Assieme ai classici ritmi motorici sono identificabili i tratti salienti del loro vocabolario, anche se con una rinnovata freschezza di fondo. 

Read More
Administrator Goodfellas Feb 24, 2015 8:05:00 AM News

Ciao Bella! Italian Girl Singers Of The 60s

Quella assemblata da Ace è una fotografia impeccabile dell’ italian way of life nel periodo del pieno del boom economico. Tutte le più importanti voci della canzone italiana, vere e proprie icone di stile esaltate non solo nel circuito della moda e della pubblicità, ma anche nei più riservati ambienti discografici internazionali. Una raccolta che punta sugli evergreen della canzone pop, seguendo una precisa estetica che vedeva affiancate alcune delle voci più rappresentative del panorama italico a formidabili arrangiatori e direttori d’orchestra.



Read More
Administrator Goodfellas Feb 24, 2015 7:27:31 AM News

Suuns And Jerusalem In My Heart

All’inizio di novembre del 2012 i Suuns (Ben Shemie, Liam O’Neil, Max Henry e Joseph Yarmush) assieme all’amico di vecchia data Radwan Ghazi Moumneh, affittano uno studio in quel di Montreal per sette giorni. L’ idea era quella di collaborare ad una serie di rudimentali idee al fine di completare delle canzoni che potessero convivere senza alcun tipo di discriminazione stilistica. Le sessioni sono state un successo, dando vita a brani dalle molteplici vibrazioni, costruiti su sintetizzatori analogici, influenze arabiche ed una sensibilità tipicamente elettronica. Dopo questo fruttuoso incontro, le registrazioni sono state in qualche maniera accantonate. 

Read More
Administrator Goodfellas Feb 24, 2015 5:17:37 AM News

The Skints, swingin' londoneers

The Skints sono un quartetto reggae di Londra, descritto dal notabile Clash Music come i portatori della fiamma della moderna musica reggae britannica. Il loro sound trascrive lo stile jamaicano e quello londinese, attingendo per l’appunto a reggae, ska e dub, addizionando il tutto con tracce di  grime ed hip-hop; uno stile  contemporaneo che raccoglie tanto dalle strade della capitale inglese come dalle più assolate location caraibiche. Si sono esibiti in centinaia e centinaia  di concerti sui palchi di mezzo mondo,  a partire dal loro battesimo nel 2007, confermando come la dimensione live sia loro oltremodo congeniale. In occasione dell’edizione 2014 del Festival di Reading – stando alle parole del puntuale The Guardian – fecero un figurone, aizzando la folla con i loro ritmi in levare.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 24, 2015 5:12:44 AM News

Toro Y Moi, What For ?

What For? Il nuovo album di Toro Y Moi, sarà pubblicato il prossimo 6 di aprile per la fidata Carpark Records. Registrato nel suo studio casalingo di Berkeley, CA nel corso del 2014, il disco trae ispirazione dalle musiche di Big Star, Talking Heads e Todd Rundgren, fagocitando anche l’arte del brasiliano che parlava agli alieni (lo strepitoso Tim Maia, protagonista recente di una retrospettiva – guarda caso - per la Luaka Bop di David Byrne) ed il rare groove dei francesi Cortex. Un disegno esemplare, in cui il protagonista incontrastato è lo stesso Chaz Bundick, personalità multipla nel circuito alternative, capace di supplire al ruolo di scrittore, one-man band e produttore. Fatte salve rare eccezioni. Come la presenza del chitarrista dell’ Unknown Mortal Orchestra Ruban Neilson e del poli-strumentista Julian Lynch.



Read More
Administrator Goodfellas Feb 23, 2015 3:28:19 AM News

Bill Fay, Who Is the Sender ?

Non ha certo bisogno di presentazioni Bill Fay, tanto meno dopo l’eccelso ritorno in scena con Life Is People del 2012, un album che lo riportò immediatamente al centro della diatriba: è forse lui il folk singer meno considerato di tutta la grande ed ecumenica stagione folk (acida) britannica ? Per certi versi riscoperto da Dead Oceans – anche se non va affatto trascurato il contributo di David Tibet alla causa -  che pubblica anche questa sua nuova fatica in uscita a febbraio, il nostro scelse in Jeff  Tweedy dei Wilco un più che logico alleato, re-interpretando dello stesso gruppo una strepitosa Jesus, Etc. e dando voce al fenomenale singolo This World, appositamente pennellato da Tweedy. Nelle classifiche di fine anno del 2012 il disco ebbe il suo speso specifico, raccogliendo unanimi consensi soprattutto oltre manica, dove fu incoronato dal periodico Mojo. Anche Nick Cave all’epoca si sbottonò ribadendo l’importanza di questo vocalist. Del resto i suoi due primi album – l’omonimo del 1970 ed il successivo time of The Last Persecution del 1971, entrambi per Deram – sono da annoverare tra le più forbite uscite del genere.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 23, 2015 3:21:13 AM News

Nadine Shah, the voice

Dopo essersi guadagnata un’invidiabile reputazione ai tempi dell’ esordio del 2013 con ‘Love Your Dum And Mad’ – grazie a un timbro ricco e soulful - Nadine Shah è pronta a dare un successore a quell coragiosso ed ultrasensoriale esperimento pop. Dopo alcune apparizioni dal vivo al fianco di  Depeche Mode e Bat For Lashes, oltre alla prestigiosa esibizione dal vivo al Red Label London Fashion Week della controversa stilista Vivienne Westwood, è tempo di rifugiarsi in studio per porre le basi di ‘Fast Food’, un nuovo entusiasmante capitolo licenziato ancora una volta dalla sussidiaria di R&S Apollo. Realizzato con il fido collaboratore e produttore Ben Hillier (vero e proprio creativo parte integrante del team 140db e già al lavoro con stelle internazionali del calibro di U2, Blur ed Elbow), il nuovo disco vedrà la luce nella prima settimana di aprile. Figlio di un fervido periodo di lavoro dib en due mesi, ‘Fast Food’ si regge su fragili equilibri, drammatico nella giusta misura ma allo stesso tempo estremamente focalizzato, un disco capace di sorprendere per gli arrangiamenti maestosi che mai stridono con la vena sofferta ella principale autrice.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 23, 2015 2:56:28 AM News

Soft Moon, più a fondo

A circa tre anni da ‘Zeros’ Captured Tracks è lieta di presentare ’Deeper’ il nuovo album del visionario compositore di Oakland Luis Vasquez – altrimenti noto come Soft Moon - in uscita questo 31 marzo. Un lavoro sensibilmente più ispirato e introspettivo realizzato con la complicità del produttore Maurizio Baggio.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 23, 2015 2:50:41 AM News

Follakzoid, chilean psych

I Föllakzoid hanno iniziato circa setti anni fa con la volontà di creare un’esperienza quasi trascendentale tra gli amici di lunga data Diego, Juan Pablo e Domingo. Provenienti da Santiago, Chile, rappresentano non solo la punta di diamante della scena locale, ma anche una delle più versatili realtà di tutto l’underground sudamericano. Informati in maniera quasi telepatica dalle antiche tradizioni musicali delle Ande, i ragazzi hanno progressivamente iniziato ad integrare le influenze più sacre con i suoni contemporanei, creando atmosfere allo stesso tempo ricche e minimali. Il numero romano III indica per l’appunto la terza fatica da studio, un luogo in cui sigillare remote esperienze guardando in prospettiva il futuro.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 18, 2015 4:31:36 AM News

BJM e la nouvelle vague

‘Musique de film imaginé’ (musica per un film immaginato) è una colonna sonora che rende omaggio ai grandi registi europei dei tardi anni ‘50 e ‘60, come François Truffaut e Jean-Luc Godard (giusto per citarne un paio), creata da Anton Newcombe in ‘rappresentanza’ dei Brian Jonestown Massacre per un immaginario film francese. Ospiti in queste coraggiose sinfonie due atipiche vocalist che utilizzano proprio l’idioma francofono: la chanteuse e polistrumentista d’oltralpe SoKo (nome d'arte di Stéphanie Sokolinski, anche attrice occasionale di evidenti origini polacche) e la figlia d’arte Asia Argento, figura emblematica di tutta la cultura pop con numerosi link al mondo della celluloide.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 18, 2015 2:02:15 AM News

Turchi e Viterbini: Scrapyard !

Il Blues che non ti aspetti. Quello fresco e giovane, tirato giù da due talenti che assieme danno vita ad un lavoro tradizionale e contemporaneo al tempo stesso. La storia è questa: Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion) e Reed Turchi (piccolo idolo alternative country/blues, descritto da più parti come il figlio illegittimo di Randy Newman e JJ Cale) si incontrano per la prima volta a Roma, in occasione del primo tour dell'americano.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 16, 2015 8:51:34 AM News

Gualty, roba dell'altro mondo

“Roba dell’altro mondo” è il nuovo progetto di Simone Tilli e Antonio Inserillo in arte GUALTY, hanno un passato importante nella scena metal e rock (RHumornero, Deadburger, Deathss e altri), un presente nell'elettronica e folk ed un futuro nella contaminazione e nella riscoperta della wave più minimale. Il disco – che viene pubblicato da Goodfellas a gennaio – è stato scritto a 4 mani e completamente realizzatoo in casa. Antonio Inserillo ha tradotto le intenzioni di Simone Tilli e costruito tutto il disco occupandosi dei vari strumenti, nonché della registrazione e del mastering. 

Read More
Administrator Goodfellas Feb 13, 2015 2:17:11 AM News

Sufjan Stevens, elegiaco pop

Ci riferiamo a questi tempi come aggressivi; l ‘incomunicabilità, il continuo affannarsi, la ricerca di un intimo benessere a discapito del prossimo: tutti elementi che in maniera repentina descrivono la nostra buia modernità. La musica per Sufjan Stevens è da sempre lo specchio di una natura distante dalle psicosi quotidiane, un’oasi di pace in cui riflettere e procreare. Lontano dall’asfissiante rincorrersi delle notizie mattutine, anni luce dal traffico frenetico della metropoli, un luogo della mente dove le melodie vanno ad adagiarsi sul pentagramma, al fine di costituire un invidiabile idillio.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 27, 2015 10:03:15 AM News

Bèbè Donge, quando la musica incontra il fumetto

“Le verità di Bébé Donge” è l’esordio – targato Goodfellas – del collettivo di creativi romani (musicisti, fumettisti, sceneggiatori, registi ed attori), che si lega a doppio filo alla trama dell’omonimo romanzo noir del popolare scrittore belga Georges Simenon, in cui la protagonista (Bébé Donge, per l’appunto) tenta di uccidere suo marito avvelenandolo senza evidenti motivazioni. Grazie alla matita della fumettista Valentina Griner, con la supervisione di David “Diavù” Vecchiato, ed alla musica di un collettivo cui è affidato l’arduo compito di scrivere ed interpretare 10 brani che rappresentino i 10 momenti clou del romanzo, la storia riprende vita dando voce alla protagonista.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 27, 2015 5:56:19 AM News

Moon Duo, psychedelicatessen

I Moon Duo hanno iniziato a lavorare al loro ultimo album durante un periodo in cui hanno affrontato una nuova e quanto mai curiosa realtà. Liberi da qualsiasi consegna ed aspettativa, pronti ad andare di nuovo on the road, Ripley Johnson (Wooden Shjips) e Sanae Yamada sperimentano un cambio radicale nella loro percezione della realtà. Come all’inizio di un viaggio lisergico, o al margine di un burrone, quando le ombre convergono misteriosamente nella luce,  la loro esistenza ha iniziato a trasformarsi in un sogno surreale, per poi tornare di soppiatto all’attualità. Piani di percezione instabili, cui il gruppo ha risposto con un’immersione totale nella musica, pur di riguadagnare un pizzico di lucidità. ‘Shadow of the Sun’ (Sacred Bones) è così il risultato di alcuni mesi spesi in un limbo tutt’altro che consolatorio.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 27, 2015 4:45:17 AM News

Badbadnotgood + ghostface

Avvolgiamo il nastro e torniamo indietro di qualche mese. Esattamente all’estate dello scorso anno quando Lex licenzia a sorpresa un dieci pollici in collaborazione tra l’ex- Wu Tang Clan ed il prodigioso trio canadese BadBadNotGood, che già ci aveva deliziati con un album lungo per la californiana Innovative Leisure. Evidentemente quelle premesse si sono mostrate tanto esplosive da spingere verso un’estesa e più renumerativa partnership. ‘Sour Soul’ nasce così dal desiderio di approfondire quella conoscenza, condividendo più tempo in studio e liberandosi da ogni orpello ‘commerciale’. Questo si traduce in un limpido concept, che ribadisce il gusto dei protagonisti  e la loro predilezione per le tematiche vintage. ‘Sour Soul’ sin dal titolo tradisce un’adesione ad archetipi ‘antiquati’, condensando numerose esperienze artistiche, le stesse che hanno illuminato decadi cruciali come i sixties ed i seventies, anticipando non solo la musica a venire, ma dando anche profondità a vere e proprie rivoluzioni culturali.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 27, 2015 4:26:43 AM News

Ladies & gentleman: the blues explosion!

New York City è una megalopoli estremamente rumorosa, molti dei suoi artisti si sono proprio formati all’ombra di quello stesso rumore. Il ritorno della Jon Spencer Blues Explosion è in pratica un morso feroce alla stessa cultura di strada della Big Apple, uno slancio vitale che prende il nome di  ‘Freedom Tower – No Wave Dance Party2015’, un titolo che già denuncia i suoi intenti rivelando certo la fascinazione per una delle più discusse correnti del dopo-punk, ma anche per la disco mutante che ha animato le sale del Danceteria e dello Studio 54.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 27, 2015 3:34:11 AM News

Tuxedo, two to the dancefloor

I Tuxedo sono il duo costituito dal musicista - nominato al Grammy - Mayer Hawthorne e dal produttore – anch’esso in orbita Grammy - Jake One (già al lavoro con fenomeni hip-hop/r’n’b come Drake e Snoop Dogg). Questa pubblicazione segna il ritorno all’ovile per Mayer, il cui fenomenale album di debutto – ‘A Strange Arrangement’ - fu proprio pubblicato da Stones Throw nel 2009, guadagnandosi la testa di numerose classifiche di settore oltre all’airplay di BBC Radio 1, BBC Radio 2, 6Music e numerose altre influenti stazioni radiofoniche. 

Read More
Administrator Goodfellas Jan 27, 2015 3:06:33 AM News

Notwist, hidden soundtracks

Quando i  Notwist sono tornati in pista con il loro acclamato settimo album 'Close To The Glass' (il loro debutto per la storica Sub Pop Records) agli albori del 2014, molti ascoltatori rimasero incantati dalla bellezza dell’epica 'Lineri'. L’unica traccia strumentale del disco, nonostante il modus operandi – a detta del cantante Markus Acher – fosse informato da un profondo mood di ricerca, lo stesso che potesse contemplare le oscure libraries della De Wolfe, il jazz di casa MPS e l’elettronica ovviamente made in Germany. Bisogna fare a questo punto un passo indietro e considerare come la stessa evoluzione del gruppo sia stata radicale, dagli esordi quasi in sintonia con certo dissennato hardcore americano, ai passi successivi che oltre a prendere a modello il Neil Young elettrico sterzavano in direzione hard & heavy.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 27, 2015 2:38:54 AM News

Ryley Walker, il futuro è qui

La copertina di ‘His Band And The Street Choir’ di Van Morrison deve aver condizionato non solo le scelte estetiche di Ryley Walker, un talento puro che all’età di 25 anni sembra aver sbaragliato ogni concorrenza in termini di maturità ed espressione del proprio io musicale. Il disco dello scorso anno – ‘All Kinds Of You’ edito dalla benemerita Tompkins Square – ha aperto la strada ai più nobili riconoscimenti della stampa specializzata, in attesa del definitivo allungo con ‘Primrose Green’, di imminente pubblicazione per Dead Oceans. Cresciuto sulle rive del vecchio fiume Rock nel nord dell’ Illinois, Ryley conoscerà un’adolescenza tranquilla prima di trasferirsi a Chicago nel 2007, per iscriversi al college. Qui inizia a frequentare con assiduità la locale scena dei club, confrontandosi con il lascito del post-rock e le più nerborute e decadenti manifestazioni noise (i gusti del nostro rimangono ad oggi profondamente disparati). Nel 2011, poco più che ventenne, il nostro si insinua adeguatamente nella tradizione del fingerpicking, osservando con parsimonia la dottrina dei vari John Fahey, Robbie Basho e Leo Kottke. Lo scenario sarebbe presto cambiato negli anni a venire, quando il gusto anglofono avrebbe preso il sopravvento, spostando l’asse degli interessi sulla perfida Albione, nello sposalizio naturale con lo stile conclamato di Bert Jansch e John Renbourn.

Read More
Administrator Goodfellas Dec 18, 2014 3:28:08 AM News

The Supreme Jubilees: gospel-funk

Se Dio avesse una discoteca, il suo dj suonerebbe idealmente il gospel-soul di questo misconosciuto gruppo californiano: The Supreme Jubilees. Preparatevi così a danzare e a contemplare al tempo stesso la morte come si conveniva a tutte le più autentiche celebrazioni soul.

Una band di fratelli e cugini in buona sostanza,  il gruppo era costituito da elementi di due famiglie strettamente legate tra loro: i fratelli Joe e Dave Kingsby più il figlio dello stesso Dave - David Kingsby Jr. -  il tastierista Leonard Sanders con i fratelli Phillips (batteria), Tim (basso) e Melvin (sax tenore). Il clan dei Sanders è cresciuto cantando insieme nella chiesa dei testimoni di Gesù Cristo a Fresno, California, dove il padre Marion era pastore. Il chitarrista  Larry Price– l’unico elemento al di fuori dell’albero genealogico – completava la  formazione che avrebbe registrato un unico album, dal profetico titolo di It’ll All Be Over.

Read More
Administrator Goodfellas Dec 18, 2014 1:08:26 AM News

La Batteria: scene of the crime

Uniti dal comune amore per le colonne sonore e le sonorizzazioni italiane degli anni '60 e '70, i quattro componenti deLa Batteriasono veterani della scena musicale romana più trasversale, con esperienze che vanno dal post-rock progressivo (Fonderia), al pop (Otto Ohm, Angela Baraldi), al jazz sperimentale (I.H.C.), al hip hop (La Comitiva, Colle Der Fomento) fino alla world music (Orchestra di Piazza Vittorio). La band propone brani originali ispirati a quel suono e a quella scrittura così particolare che dominava la musica per immagini nel nostro paese negli anni che vanno dal 1968 al 1980, periodo caratterizzato dalla creatività e vocazione sperimentale di compositori come Ennio Morricone, Stelvio Cipriani, Alessandro Alessandroni, Bruno Nicolai e di gruppi come i Goblin e I Marc 4.

Read More
Administrator Goodfellas Dec 18, 2014 12:57:43 AM News

Carpenter: Lost Themes

John Carpenter è stato responsabile per alcune tra le migliori colonne sonore horror e science-fiction della storia contemporanea, associando alla sua imprevedibilità dietro alla macchina da presa una verve compositiva impagabile. Implacabile il suo stile, riconoscibilissimo e capace di insidiare da vicino alcuni protagonisti della scena electro come alcuni artisti post-rock riconvertitisi al verbo della musica cosmica. Le severe immagini delle sue pellicole albergano nelle nostre più recondite memorie, proprio perchè Carpenter aldilà di tutto è stato un fenomeno generazionale. Istintivamente quei fraseggi al piano o al synth rimandano alle scene topiche della sua filmografia: una babysitter  minacciata da un killer seriale, un denso muro di nebbia che nasconde un vascello fantasma, lottatori di kung-fu più veloci della luce o specchi che nascondono il passaggio segreto per l’inferno. Tutte le musiche contenute in Lost Themes – in uscita per Sacred Bones - hanno un’unica finalità: spingere i numerosi seguaci di Carpenter a visualizzare i propri incubi personali.

Read More
Administrator Goodfellas Dec 17, 2014 6:12:17 AM News

Matana Roberts, chapter 3

Matana Roberts è una delle più acclamate figure del nuovo jazz, capace di confrontarsi allo stesso tempo con la grande eredità della musica impro e le più intime radici della black (dal gospel all’r&b, attraverso le molteplici declinazioni del verbo). Acclamata anche per la sua visione socio-politica e la sua intrepida estetica, la compositrice ha creato un ciclo di pubblicazioni che rappresentano un unicum, nella prospettiva di un ricerca che vede il superamento delle barriere pre-costituite.

Read More
Administrator Goodfellas Dec 17, 2014 5:11:46 AM News

Bettye Lavette, queen of soul

Bettye LaVette è una vera e propria leggenda musicale, con un carriera di oltre 50 anni alle spalle è oggi riconosciuta tra le più grandi interpreti della musica soul e pop. Una carriera strepitosa fatta anche di preziose apparizioni, come quella al fianco di Jon Bon Jovi durante il discorso inaugurale del presidente Barack Obama alla Casa Bianca nel 2009. O anche quella solida rivisitazione di Love Reign O’er Me degli Who al Kennedy Center Honors in un tributo che ha fatto letteralmente commuovere Pete Townshend e paralizzato Roger Daltrey. La sua discografia abbraccia così 5 decadi, ma è proprio nell’ultima che è stata finalmente riconosciuto il suo valore tra le migliori voci femminili d’America.

Read More
Administrator Goodfellas Dec 17, 2014 4:32:55 AM News

Eric Chenaux, l'altro pop

Eric Chenaux si è distinto tra le voci più originali ed innovative in quello che comunemente potremmo definire avant-rock, sovrapponendo tecniche chitarristiche estese a gentili ballate sospese nell’aere, definendo uno stile alquanto personale. Il suo timbro soave ha consentito a questo autore canadese di distinguersi tra i protagonisti di un ‘pop’ affatto incline alle facilonerie della scena indie. Spesso l’immediatezza è sacrificata in favore di una gestualità più disincantata, un lavorare con lentezza che ha consentito al nostro di ampliare il raggio delle sue vedute, perfezionando tessiture soniche che più che al rock rimandano ad una visione classico/accademica. 

Read More
Administrator Goodfellas Dec 17, 2014 3:51:52 AM News

A Place To Bury Strangers, Transfixation

E’ un sentimento intenso, quando ti rechi ad un concerto ed hai la netta sensazione di essere spaventato. Senza troppi giri di parole il leader e chitarrista Oliver Ackermann sgombra il campo da ogni dubbio, ribadendo come A Place To Bury Strangers non temono rivali in termini di urgenza. Rincara la dose il bassista Dion Lunadon, quando parla di terrore palpabile nella musica: sta per accadere, tutto l’edificio sta per crollare – da un momento all’altro – ed i musicisti coinvolti sono così coinvolti da non preoccuparsi di null’altro. Riconoscono un solo obiettivo, è una vibrazione interiore, di ‘pancia’. Tutto appare come maligno e pericoloso, finanche sgradevole. Ma è l’idea stessa di non accettare il compromesso, puntando ad una realizzazione personale. 

Read More
Administrator Goodfellas Dec 2, 2014 12:33:24 AM News

Collision # 4

Il nuovo lavoro, “Collision #4  è uno split 12” con il gruppo inglese degli Evil Blizzard che fa parte della serie Collision prodotta dall’etichetta inglese Rocket Recordings, label di riferimento per la neo-psichedelia europea, con in catalogo band di successo quali gli svedesi Goat. Il lato dello split occupato dai Mamuthones, intitolato “Taking up Serpents”, vede la band impegnata in un tour de force ritmico che, rispetto agli album precedenti, presenta delle composizioni più vicine alla forma canzone, lambendo i territori del krautrock più metronomico (Can e Neu! su tutti) e il bosco dei fantasmi evocato da Brian Eno e David Byrne. 

Read More
Administrator Goodfellas Dec 2, 2014 12:21:46 AM News

Klaus Schulze live

...nel corso della sua carriera Klaus ha partecipato ad almeno 380 concerti, 119 come solista ed i restanti come ospite o componente di gruppi a loro modo seminali come Psy Free, Ash Ra Tempel, Tangerine Dream o Stomu Yamash’ta’s GO. Alcuni di questi live sono stati registrati e gelosamente conservati, altri già ufficialmente pubblicati. Il primo della serie fu l’emblematico ‘…Live…’ dato alle stampe nel 1980 ed accompagnato da una dichiarazione ad effetto dello stesso Klaus: ‘questo è il mio primo ed ultimo disco dal vivo’. La storia ci ha raccontato qualcosa di diverso, consegnandoci in realtà altre fatiche dal vivo del corriere cosmico per eccellenza. 

Read More
Administrator Goodfellas Dec 1, 2014 8:47:31 AM News

General Levy & Bonnot

A venti anni dallo straordinario hit underground ‘Incredible’ - unitamente a ‘Professional Ganja Smoker’ uno dei migliori singoli agli albori della rivoluzione jungle - General Levy torna con decisione alle sue origini. Questa volta insieme al talentuoso dj e produttore italiano Bonnot (già visto in azione con Assalti Frontali e Ap2p). Una collaborazione consolidatasi negli ultimi 4 anni e rappresentata dal primo parto sulla lunga distanza a titolo ‘Forward’ per il marchio Jungle Heritage. Partendo dai loro show - un misto adrenalinico di ragga ed elettronica - il disco prende forma anche sulla scorta del singolo ‘Highest Grade’, pubblicato nel 2011 e capace di scalare ogni classifica di genere. L’album è così il risultato di un interscambio simbiotico, un flow imbattibile che segue l’eredità dei ritmi urbani britannici.

Read More
Administrator Goodfellas Dec 1, 2014 8:12:37 AM News

Fugazi, il demo!

Gennaio 1988, dopo appena dieci apparizioni dal vivo i Fugazi decidono di recarsi ai locali Inner Ear Studio, giusto per trasferire su nastro il risultato delle loro effervescenti e spontanee apparizioni in pubblico. Fermare il momento, carpe diem. Undici canzoni, dieci delle quali furono sistematicamente ‘sdoppiate’ e distribuite gratuitamente su nastro ai loro concerti, gratuitamente, seguendo peraltro un’etica già fortificatasi nel corso degli anni di militanza nella scena washingtoniana. La spinta a mettere ulteriormente in circolo questi materiali fu opera della band, che insistette affinché i giovani sostenitori potessero a loro modo duplicare i contenuti della cassetta. 

Read More
Administrator Goodfellas Dec 1, 2014 8:09:41 AM News

Les Sins, la dance secondo Toro Y Moi

‘Michael’ è l’album di debutto di Les Sins, il progetto dance di Toro Y Moi, al secolo Chaz Bundick. Letteralmente ispirato dalle colonne sonore di cartoni e film d’animazione degli anni 70/80, l’album - prevalentemente strumentale - esplora tradizioni a loro modo classiche nell’ambito della musica popolare e da ‘ballo’. Ripetitivi ed ammiccanti ritornelli vocali cercano un’aderenza con ritmi ed arrangiamenti sintetici  figli della cultura house e techno. Sembrano in particolare farsi largo elementi del fatidico french touch, assieme a tecniche care al più esplorativo hip hop degli anni ’90. Bundick ha costruito l’album in oltre due anni di maniacale produzione, materializzatasi per lo più nello studio casalingo.

Read More
Administrator Goodfellas Dec 1, 2014 6:40:53 AM News

Siskiyou, canadian arts

Torna il gruppo canadese, e lo fa in una maniera maestosa, regalandoci con ‘Nervous’ –nuova fatica per Constellation -  un disco di puro art-rock. I Siskiyou affondano oggi i loro artigli nella musica pop con facoltà di revisione, prendono spunto dalla musica colta per condire i loro voli pindarici ed abbozzano riferimenti addirittura classico/cameristici. Un disco che non trascura nessuna ipotesi, ricercando ibridi spesso coraggiosi con una innegabile semplicità di fondo. Quello che appare evidente è una capacità di scrittura fuori dal comune. ‘Nervous’ è quasi una rappresentazione teatrale in musica, c’è sicuramente del glamour, ma anche un pizzico di fantascienza terrena. Come dire: se siete appassionati dei Roxy Music con Brian Eno e del David Bowie berlinese fareste bene a prestare attenzione.

Read More
Administrator Goodfellas Nov 26, 2014 5:29:44 AM News

Disappears, Irreal

‘Irreal’, il quinto album della piccola istituzione di Chicago, è un altro viaggio all’interno della tana del coniglio, tanto per usare un eufemismo caro agli inglesi. Del resto la musica dei Disappears ha sempre trovato ampli margini espressivi proprio sull’onda di una esposizione sintetica del verbo psych. Cresciuti all ‘ombra della rivoluzione post-punk – sfociata in altri termini in quella post-rock – i nostri hanno trovato in  Brian Case un leader eclettico, capace di ricavare le giuste informazioni da uno stile sempre sul filo del collasso emotivo. Del resto la nevrosi e la ricerca di una continuità intellettuale sono stati il pane del suo primo gruppo ‘importante’ , i 90 Day Men, stessa scuola di talenti da cui è emerso Robert Lowe (Om,  Lichens). E’ bene tornare su quei luoghi, perché laddove il sacro fuoco della Touch & Go andava estinguendosi, altre realtà si sarebbero progressivamente involate sulla scena.

Read More
Administrator Goodfellas Nov 26, 2014 1:32:27 AM News

Run The Jewels 2

Puntate il lettore su ‘Close Your Eyes (And Count To Fuck)’, un sobbalzo, un colpo al cuore. Si rivede Zack De La Rocha, la consciusness hardcore negli Inside Out, lo stiletto politico, la spina nel fianco del sistema amerikkka coi Rage Against The Machine.  Il progetto è uno di quelli dinamitardi e la comparsa di Zack non è altro che la classica ciliegina sulla torta. Questo è un disco destinato a scuotere gli edifici hip-hop più belligeranti, con caparbietà, questo è Run The Jewels.

Read More
Administrator Goodfellas Nov 26, 2014 1:18:46 AM News

Moonlight, splende Hanni El Khatib

Per il suo debutto del 2011 – ‘Will The Guns Come Out’ – Hanni El Kathib si cimentò in un esperimento casalingo, traslando la sua essenziale spinta rock’ n’ roll fatta di chitarre e tamburi ridotti all’osso in un percorso intimista. Per il successivo ‘Head In The Dirt’ del 2013 le cose si fecero decisamente più serie, il nostro si recava presso gli studi di Nashville di Dan Auerbach (un vero e proprio paradiso analogico) con la testa completamente sgombra e tanta voglia di mettere a frutto nuovi suggerimenti.

Read More
Administrator Goodfellas Nov 20, 2014 7:14:20 AM News

Viet Cong, l'eredità dei Women

Ci vogliono appena sessanta secondi del brano d’apertura ‘Newspaper Spoons’ per pronunciarvi sul carattere invernale dell’album di debutto di  Viet Cong. Per certo il disco è aspro nei toni, ferisce, insinuando acumi velenosi sottopelle. E’ il lavoro della proverbiale maturazione, dopo che il recente Ep per Mexican Summer ne aveva già illustrato la metodica strategia. Siamo in pieno fermento wave e la polaroid dei Viet Cong non è affatto sbiadita. Passando in rassegna i momenti più galvanizzanti di un’intera scena – quella britannica ad onor del vero – i nostri ci regalano una palpitante cronistoria che mai rinuncia alla citazione d’autore. Un ritmo marziale, una melodia minacciosa, una chitarra tagliente, tutto al momento giusto, come in una minuziosa carrellata cinematografica.

Read More
Administrator Goodfellas Nov 4, 2014 5:11:08 AM News

Dream Police, da una costola di The Men

Dream Police: una produzione musicale americana curata da Nick Chiericozzi e Mark Perro. Il progetto viene inaugurato nel 2010 dai due membri di The Men per dar seguito a idee ed intuizioni musicali altrimenti non supportate dal gruppo madre. Nello stesso anno un nastro di due pezzi viene commercializzato attraverso la fitta rete underground, un antipasto del più consistente live pubblicato l’anno successivo. 

Read More
Administrator Goodfellas Nov 4, 2014 4:30:10 AM News

Spittle news

Altre due piccole leggende dell’underground nostrano rivisitate in due raccolte antologiche curate da Spittle.

Read More
Administrator Goodfellas Nov 4, 2014 4:16:15 AM News

Native North America (Vol. 1)

Largamente inascoltato e criminalmente non documentato, un movimento musicale che nella sua stessa essenza ha rappresentato una rivoluzione stilistico/culturale nell’America della sbornia controculturale dei sixties fino ai margini degli anni ‘80. Le comunità aborigene del nord-america verranno finalmente riconosciute per il loro contributo strutturale alla canzone d’autore, attraverso interpretazioni originali e per nulla distanti da certa impetuosità rock’n’roll. Ancora una volta c’è lo zampino di Light In The Attic, in un’opera di restauro più che dovuta:  Native North America (Vol. 1): Aboriginal Folk, Rock, and Country 1966–1985. L’enfasi è più che giustificata, un progetto che ha tenuto impegnati per diversi anni – si mormora un decennio - i capifila dell’etichetta del Northwest, raccogliendo testimonianze sul campo dei misconosciuti protagonisti.   Un’antologia musicale che riporta sulle mappe una nicchia altrimenti estinta, grazie a contributi storici puntuali e definiti. 

Read More
Administrator Goodfellas Nov 4, 2014 3:35:27 AM News

Movie Star Junkies, hardboiled!

Sono la migliore band da export italiana, che nessuno si offenda, ma lo stile noir del gruppo torinese ha già mietuto più di una vittima eccellente. Ed il loro ritorno griffato Voodoo Rhythm non è certo affare da poco, portandosi dietro tutta una cupa letteratura che nel solenne titolo ‘Evil Moods’ certifica una scrittura sicuramente ispirata. Tutto l’immaginario hardboiled dei pionieri Dashiel Hammett, James Cain e Jim Thompson (il suo leggendario ‘Colpo Di Spugna’) trova una logica estensione in questo disco che si nutre anche di esperienze autobiografiche, suffragate da un suono lugubre, psicotico. Dopo gli esperimenti in salsa folk/americana di ‘Son Of The Dust’, la band piemontese torna a battere le polverose strade sterrate di un’America immaginaria, mettendo in moto una rovinosa macchina garage-blues che sa anche guardare con parsimonia al re inchiostro e a tutto un filone musicale da istituto nazionale nella terra dei canguri. 

Read More
Administrator Goodfellas Nov 4, 2014 3:05:11 AM News

Lily & Madeleine: Fumes

Già dal loro ep di debutto per Asthmatic Kitty Lily & Madeleine hanno conquistato più di un’anima pia grazie al loro arrendevole stile fatto di canzoni pop sussurrate, occasionalmente supportate da vaghezze indie-folk. Due voci che per incanto si incrociano, raggiungendo un’estasi surreale nel rispetto di una piena armonia, se vogliamo anche familiare. C’è elettricità nell’aria, nonostante i gentili arrangiamenti le voci delle due protagoniste continuano a risuonare nell’etere, quasi una simbolica promessa di prosperità artistica. Si distinguono individualmente: il tono di Lily è caldo, fumoso, la giusta controparte al cristallino soprano di Madeleine, capace spesso di rievocare il suono di una campana in lontananza. ‘The Weight Of The Globe’ apriva la strada all’omonimo debutto lungo, ora è il tempo di abbattere ogni conformismo e realizzare la suprema importanza del loro lavoro.

Read More
Administrator Goodfellas Nov 4, 2014 2:33:11 AM News

Anthony Pateras meets Mike Patton

Un’altra straordinaria collaborazione prende il via sotto l’egida della Ipecac di Mike Patton, protagonista a sua volta del progetto Tetema in combutta col musicista e compositore australiano Anthony Pateras. ‘Geocidal’ è la straordinaria visione di questo originale guastatore, che vanta una discografia corposa con pubblicazioni per prestigiose etichette come Tzadik e Mego, sempre in bilico tra musica elettronica e contemporanea. Quindici mesi per mettere insieme i piccoli pezzi di un mosaico ora imponente. Dall’elettronica analogica – segno distintivo ed indelebile – all‘ utilizzo pedissequo di archi, strumenti a fiato e percussioni distintamente ‘orchestrali’, registrati in luoghi necessariamente diversi, proprio per restituire alle composizioni un carattere distinto. La voce di Patton è il collante, lo sprono, il faro nel nebuloso porto di mare.

Read More
Administrator Goodfellas Nov 4, 2014 2:20:08 AM News

Sleaford Mods, compila su Ipecac

Non hanno certo bisogno di introduzioni i due ragazzi terribili di Nottingham meglio noti come  Sleaford Mods, hanno penetrato ferocemente la coscienza di numerosi giovani britannici, suscitando altrettanta curiosità e rispetto nel resto del vecchio continente.  Il loro sesto album Austerity Dogs, pubblicato nel 2013, ha definitivamente sciolto ogni dubbio sulla varietà e costanza del progetto. Tanto da stuzzicare numerose altre entità indipendenti, a loro modo molto influenti. Se è di questi giorni la pubblicazione di un Ep per la A Recordings di Anton Newcombe (Brian Jonestown Massacre) preparatevi ad un matrimonio di lusso con Ipecac per la compilation Chubbed Up.

Read More
Administrator Goodfellas Nov 3, 2014 7:19:57 AM News

Bari Jungle Brothers, rime baciate

Sono la risposta pugliese ai famosi "contaminatori" statunitensi dell'hip hop e hanno come vessillo il piatto più celebre della loro tradizione."Rime Patate e Cozze" è il primo avvincente album del collettivo Bari Jungle Brothers. Un'opera prima dai profumi forti e speziati, che tra racconti di ordinaria convivialità e riflessioni spontanee, restituisce lo spaccato di una città intera: Bari. Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei!

Read More
Administrator Goodfellas Oct 28, 2014 8:55:01 AM News

Luca Sapio, a real soulman

Il 18 novembre esce in Italia “EVERYDAY IS GONNA BE THE DAY”, il secondo disco di LUCA SAPIO, uno dei migliori vocalist bianchi sulla scena soul contemporanea.  L’album arriva a due anni di distanza dal disco d’esordio “Who Knows” che l’ha portato ad esibirsi in una serie di concerti tutti sold out in Austria, Svizzera e Germania e come guest star all’Harald Schmidt Show (lo storico show televisivo del sabato sera tedesco).

Read More
Administrator Goodfellas Oct 3, 2014 6:03:32 AM News

Sly's Stone Flower

Per Light In The Attic un altro miracoloso ripescaggio. Nel 1970, Sly & The Family Stone erano letteralmente all’apice della loro popolarità, ma il leader  era già mentalmente in viaggio verso una nuova dimensione. I primi segni di questo cambio radicale sono già evidenti dal catalogo della sua nuova etichetta, Stone Flower, un marchio peculiare e per certi versi pionieristico che avrebbe portato in scena una serie di 45 giri accreditati ad artisti diversi, con in comune la smania per il suono minimale dell’electro-funk.  La mano di Sly si sarebbe comunque estesa ai contenuti ed al design di questi cimeli, che indelebilmente avrebbero rappresentato il passo successivo nella carriera dell’uomo.

Read More
Administrator Goodfellas Oct 3, 2014 5:16:53 AM News

Montelupo, Il Canzoniere Anarchico

Montelupo è un progetto volto al recupero del canto anarchico italiano. Nasce nel 2012 da un'idea di Daniele Coccia, Eric Caldironi e Alessandro Marinelli, ai quali si aggiunge presto Nicolò Pagani al contrabbasso. Obiettivo principale del progetto è quello di incidere un canzoniere che possa in qualche modo rendere fruibile il repertorio anarchico attraverso un ammodernamento degli arrangiamenti, dato anche dall'utilizzo di una strumentazione che dalla chitarra battente arriva ai moderni campioni noise, senza depauperare la tradizione. Il Canzoniere Anarchico, questo è il titolo della raccolta autoprodotta da Montelupo e distribuita da Goodfellas, sarà disponibile in tutti i negozi di dischi e negli store online a partire da sabato 1 novembre; data in cui verrà presentato al Nuovo Cinema Palazzo nel cuore di San Lorenzo a Roma.

Read More
Administrator Goodfellas Oct 3, 2014 4:25:02 AM News

Grouper, in ruins

Un titolo emblematico per il nuovo disco di Grouper in uscita per Kranky a fine ottobre: Ruins. Come se Liz Harris stesse in qualche maniera provando ad esorcizzare alcune delle sue più recondite paure, riflettendo su una crescita sociale ed artistica. Un disco ancor più intimo e umbratile, dove lo strumento principe assieme alla voce della Harris è il pianoforte.

Read More
Administrator Goodfellas Oct 3, 2014 3:53:53 AM News

Hieroglyphic Being, space is the place

Il produttore e boss della label Mathematics, Jamal Moss a.k.a Hieroglyphic Being è un esploratore musicale a tutto tondo.  La musica di  Jamal prende direttamente spunto dal movimento belga EBM e dalla house made in Detroit, senza peraltro trascurare il lavoro di ‘ingegneri’ incredibili come Ron Hardy ed Adonis.  La sua visione è però talmente ampia da considerare numerose ipotesi musicali, dall’industrial all’avant-jazz, passando per il noise. Nei suoi dj set non è difficile cogliere ardimentose selezioni, che lo portano magari a sovrapporre i Frankie Goes To Hollywood di ‘Welcome To The Pleasure Dome’ ai Wolf Eyes.

Read More
Administrator Goodfellas Oct 1, 2014 4:48:51 AM News

C.W. Stoneking

Dopo un attesa di ben sei anni, l’unico ed il solo C.W. Stoneking ritorna con un nuovo disco da studio, dall’emblematico titolo ‘Gon’ Boogaloo’ (la label è ancora una volta la sua personale, King Hokum). Dimenticate per un attimo i racconti seppiati e le avventure all’insegna dell‘abbandono che avevano segnato il passo in ‘Jungle Blues’ – disco che gli valse un Aria Award (l’equivalente australiano del Grammy) -  questa volta la musica cambia con decisione, benvenuta elettricità! C.W. ha in pratica barattato la sua sei corde acustica – che faceva il paio con un banjo altrettanto vintage – per una splendente Fender dorata, richiamando peraltro i migliori ibridi tra rock ‘n’ gospel e dancehall blues in un album che ci riporta ad una dimensione divinamente primitiva.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 29, 2014 8:28:55 AM News

Emma Tricca, folk behind

Cresciuta in uno scenario socio-culturale del tutto particolare, circondata da libri gialli, colonne sonore dei film di  Morricone, vibranti immagini religiose ed autentici pezzi di modernariato, Emma Tricca ha sicuramente trascorso un’infanzia movimentata che a più livelli ha costituito la base della sua esperienza artistica in solo. Un background così ricco da naturalizzarsi in una dimensione folk inedita, vivendo spesso a cavallo di due emisferi come quello londinese e quello romano.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 29, 2014 7:16:14 AM News

Budos Band, the harder they come !

Effluvi psichedelici e ritmi latin-funk, in una morbosa miscela che rivitalizza lo stile di questa piccola grande orchestra urbana costituita da 10 elementi. Riff nebulosi, sorprendenti linee di fiati ed un assortimento di percussioni che in qualche maniera radicalizzano gli amori occulti della band. Se cercate un’istantanea da un’altra dimensione spazio temporale l’eterno riff di In-A-Gadda-Da-Vida in salsa Incredible Bongo Band potrebbe indicarvi la retta via. 

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 5:51:14 AM News

Local Customs: Cavern Sound

Non propriamente l’inferno, ma qualcosa che ci si avvicina pericolosamente. Local Customs: Cavern Sound va a coprire sei anni nell’oscura e deragliante storia della scena underground di  Independence, Missouri – proprio dove sorgeva la leggendaria miniera di Pixley – lesta nel catturare gli umori rock’n’roll provenienti da Kansas City.  Le registrazioni – spesso in presa diretta – finirono sui nastri dello studio Cavern, giusto a cavallo tra il 1967 ed il 1973. In molti dei casi siamo di fronte ad autentiche primizie, tanto da avvalorare la tesi di una raccolta che rispetti le consegne dei vari Nuggets, Pebbles ed High in The mid 60’s.  

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 5:31:32 AM News

Half Japanese: back in action !

Il tempo oltre ad essere tiranno scorre in maniera inesorabile, ecco a voi – a distanza di 13 anni dall’ultimo parto in studio – ‘Overjoyed’ una nuova produzione accreditata al genio ribelle Jad Fair. Meglio noto come deus ex-machina degli Half Japanese, una delle più influenti formazioni del panorama underground americano degli ultimi 30 anni. Jad è l’uomo che ha imbastardito il pop o ingentilito il punk, a seconda dei punti di vista. Dopo i primi vagiti della band – una risposta meno severa allo strapotere della no wave newyorkese – l’orientamento è stato noto: una forma canzone che cullasse incubi adolescenziali e navigasse tra muri di feedback ed armonie comunque serene. Un gioco delle parti che ha giovato agli Half Japanese il dono dell’eternità artistica.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 4:31:38 AM News

Wire, Document and Eyewitness

Pink Flag ripubblica il leggendario quarto album dei Wire, licenziato originariamente nel 1980 da Rough Trade. Il disco - essenzialmente il resoconto di un live inciso nel 1979 – è stato per lungo fuori catalogo, alimentando l’ansia dei completasti. Questo piccolo pezzo di storia della wave inglese torna disponibile in un formato ampliato, con un disco extra per ambo i formati cd/lp. Sarebbe un’ingiustizia bollare ‘Document and Eyewitness’ come una semplice raccolta di registrazioni dal vivo, in sostanza alcune delle più rappresentative uscite di fine decennio dei Wire. La natura per nulla ortodossa di queste esibizioni ed il modo in cui furono inizialmente concepite, lascia adito ad una più alta riflessione artistica.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 4:23:08 AM News

Yob, doomed for life

Dopo aver spazzato via ogni resistenza con ‘Atma’ – un disco che non solo ha incontrato le aspettative di critica e pubblico, ma è riuscito inoltre a fornire una panoramica attendibile di ciò che è il metal più apocalittico oggi – tornano a distanza di due anni gli Yob, padroni incontrastati della scena heavy del Northwest con base a Portland. ‘Clearing The Path To Ascend’ che sin dal titolo nasconde un’invocazione mistica, registra l’accordo con Neurot, confermando il taglio ancestrale delle loro liriche e la primitiva virulenza della loro musica. E’ un gioco a fronte del quale non si può indietreggiare.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 4:08:28 AM News

Last Ex, progetto satellite di Timber Timbre

Last Ex è il nuovo combo strumentale guidato da Simon Trottier ed Olivier Fairfield, per lungo tempo protagonisti della scena post-punk e sperimentale della regione del Quebec (la E-Tron Records dello stesso Fairfield), anche se i due sono meglio noti come membri dei Timber Timbre, da cui naturalmente genera il progetto Last Ex. Quando le musiche di stampo ambient dei Timber Timbre per una pellicola horror furono accantonate nel 2012, Trottier e Fairfield hanno iniziato a rivisitare quegli stessi materiali  - creati ad hoc nello studio di Fairfield ad Hull, Quebec – espandendo le loro naturali tecniche e tessiture, addizionando batteria, basso e numerosi altri strumenti.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 3:37:56 AM News

Impressioni sui fiordi per Henriksen

Un esperimento per certi versi inedito quello portato a termine da Arve Henriksen per il nuovo album licenziato da Rune Grammofon e  atitolo ‘The Nature Of Connections’. Per la prima volta sono i collaboratori a dare il più grande contributo alla stesura dei brani, composizioni aperte che comunque rispecchiano lo spirito di ricerca del trombettista norvegese, vezzeggiato sia in ambito jazz quanto in area ambient-elettronica.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 3:11:06 AM News

Nehruviandoom, il futuro dell'hip-hop è qui

Nehruviandoom è il debutto omonimo dell’mc Bishop Nehru. Prodotto da Metal Fingers e con la complicità di MF Doom alla voce in diversi numeri, è un essenziale viaggio afro-futurista che si consuma in 30 minuti. Bishop Nehru, all’anagrafe Markel Scott, è un rapper e produttore di Rockland County, New York noto anche per la sua attività di videomaker. Le sue prime uscite furono destinate all’influente forum Odd Future. Particolare anche la scelta del nome d’arte: Bishop era il nome di Tupac nella pellicola Juice, mentre Nehru era il primo ministro indiano Jawaharlal Nehru, che ha lavorato a stretto contatto con il leggendario Gandhi.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 2:39:18 AM News

Thai psych !

E’ iniziato tutto oltre un anno fa con la pubblicazione su youtube del mini documentario’mindblowing psychedelia from Thailand’ sponsorizzato in maniera eclatante dal network Dangerous Minds. Tra i footage spiccava un gruppo di musicisti locali filmati durante una parata all’interno di un remoto villaggio a centinaia di miglia da Bangkok. E dannazione se non suonavano la psichedelica più dura e allucinante conosciuta all’emisfero occidentale.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 2:13:13 AM News

Avec le soleil sortant de sa bouche

Il  progetto Avec le soleil sortant de sa bouche viene inaugurato a Montréal nel 2011, con il bassista, cantante e compositore Jean-Sebastien Truchy, alla ricerca di un nuovo ensemble che potesse fornire carburante sufficiente all’afro-kraut in salsa trance rock che è stato già il marchio di fabbrica di uno dei primigruppi di casa Constellation : Fly Pan Am. Truchy viene presto raggiunto dal chitarrista e ingegnere del suono Sebastien Fournier e dal batterista Nasir Hasan.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 2:05:06 AM News

Cymbals Eat alt-rock

Il terzo album dei newyorkesi Cymbals Eat Guitars – licenziato in Europa da Tough Love – è il loro migliore, a detta di tutti gli addetti i lavori che hanno scandagliato nel loro universo pop alternativo. Registrato con John Agnello (Sonic Youth, Kurt Vile, Dinosaur Jr), ‘Lose’ è il loro disco più diretto, sia a livello sonoro che emotivo.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 1:48:50 AM News

Oh Zeus! Il Canada pop

Appare quanto meno esplicito il titolo del nuovo album della compagine canadese, ‘Classic Zeus’, come se il gruppo fosse già entrato di diritto in una ipotetica hall of fame. Eppure non si sbagliano dalle parti di So Recordings, nel riporre grandi aspettative in questo disco che per il quartetto di Toronto est ha tutta l’aria di essere un disco definitivo. Il loro sound rigorosamente vintage tocca punte eccelse, colpendo con estrema rapidità grazie a melodie essenziali e a fulminei arrangiamenti pop.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 1:26:33 AM News

Electric Youth, from here to eternity

Gli Electric Youth sono un duo di Toronto le cui passioni albergano nella scena synth-wave degli anni ’80, con tutto quello che questa affermazione  possa comportare a livello estetico e mediatico. Austin Garrick è l’uomo che si occupa degli arrangiamenti strumentali, la sodale Bronwyn Griffin la voce celestiale che lo accompagna nell’impresa di realizzare musica senza tempo.



Read More
Administrator Goodfellas Sep 1, 2014 8:18:54 AM News

Foxygen, doppio epocale!

Un terzo album ambizioso per il duo di 24enni composto da Sam France and Jonathan Rado, un disco doppio che nelle loro intenzioni vuole ricollegarsi alla storia aurea del rock’n’roll, proprio attraverso quei miti e leggende che ne hanno reso l’immagine così ambita nei circuiti dell’arte pop. Se l’incontro con il produttore Richard Swift, l’uomo che ha dato quel tocco di leggerezza alle psicotiche melodie agro-dolci di  ‘We Are the 21st Century Ambassadors of Peace & Magic’ è stato quanto meno rivelatorio, oggi il duo di Los Angeles è reduce da una vera e propria maratona da studio. Una piccola sala che rispondesse in tutto e per tutto alle loro mirabolanti esigenze, senza in questo ricorrere ad un equipaggiamento fantascientifico.

Read More
Administrator Goodfellas Sep 1, 2014 8:09:22 AM News

Doppio autoprodotto per Lucinda Williams

A regola potreste dividere la musica in tre categorie: per la testa, il cuore e le anche. A volte mettere insieme i 3 elementi oltre che impressionate, può essere impossibile. E’ come chiedere ad un ingegnere nucleare di mostrare il suo lato più vulnerabile…Eppure ogni connessione è possibile nel nuovo album di Lucinda Williams, una delle figure chiave del country-blues a stelle e strisce, un’istituzione, senza possibilità di smentite. E’ raro raggiungere questo stato di grazia, eppure la Williamas che taglia il traguardo dell’undicesimo album da studio riesce a togliersi più di una soddisfazione con ‘Down Where The Spirit Meets The Bone’.

Read More
Administrator Goodfellas Aug 28, 2014 1:38:31 AM News

Vashti saluta

Nove anni dopo  ‘Lookaftering’, il suo ultimo disco a presentare materiale inedito, la leggendaria cantautrice britannica Vashti Bunyan ritorna con un nuovo disco capace di togliere letteralmente il fiato. Registrato per buona parte ad Edinburgo, nel suo studio casalingo, nel corso degli ultimi 7 anni, ‘Heartleap’ è una collezione di brani unica nel suo genere, una gentile scossa che in 10 episodi rappresenta il lascito di Vashti, intenzionata senza alcuna possibile replica ad abbandonare le scene musicali. Un’ uscita discreta, quasi in punta di piedi, così come accaduto in occasione del suo rientro in scena.

Read More
Administrator Goodfellas Aug 28, 2014 1:30:23 AM News

so long Johnny

Una delle figure più eclettiche di tutta la scena blues rock americana, Johnny Winter ha ufficialmente salutato l’universo terrestre il 16 luglio del 2014, in una camera d’hotel di Zurigo, alla veneranda idea di 70 anni. John Dawson Winter III – così riconosciuto all’anagrafe – è stato un virtuoso della slide guitar ed anche un vocalist personale, un autentico sopravvissuto alla più rivoluzionaria stagione della controcultura americana, culminata nel festival evento di Woodstock nel 1969.

Read More
Administrator Goodfellas Aug 6, 2014 1:28:42 AM News

Primati, here comes the rawk'n'roll

Il nome è una garanzia, è uno di quei biglietti da visita che raramente si  lasciano abbandonati sul tavolo della cucina. Meglio conservarlo gelosamente l’indirizzo di questi primitivi del rock’n’roll, all’occorrenza sono pronti ad illuminare ogni festa o party pirata. Per alcuni di loro la storia non è affatto trascurabile, ¾ dei Brutopop si dimenano dietro alla fantasmagorica sigla, alcuni di loro peraltro hanno avuto un ruolo importante nell’istituzione Assalti Frontali. Ma è all’oggi che dobbiamo guardare, fiduciosi. Pur mantenendo saldi i piedi nell’attualità i Primati raccontano tra mille sfumature la storia di un rock viscerale, stradaiolo, mai edulcorato. E’ una storia lunghissima, fatta di morti e rinascite, speculazioni ed invenzioni. Un lungo tragitto che dall’ r&b pregno dei fondamenti rock’n’roll e viceversa ci accompagna all’epopea proto-garage, cavalcando poi l’onda lunga dell’hardcore americano (quello senz’altro più evoluto) e addirittura del cow-punk.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 14, 2014 4:26:58 AM News

Alla-Lahs, california dreamin'

‘Worship The Sun’ è un titolo quanto meno appropriato per il secondo album del gruppo losangeleno Allah-Las, ideale seguito all’omonimo debutto del 2012, ed è ancora una volta Innovative Leisure ad occuparsene. Quando il The Distillery - lo studio rigorosamente analogico in cui fu registrato il disco d’esordio - ha chiuso i battenti, la formazione californiana ha dovuto in qualche misura fronteggiare l’emergenza. Rinunciare a quel marchio di fabbrica trasferendosi altrove, poteva significare in qualche modo salutare con anticipo i tratti salienti della loro musica. Eppure ‘Worship The Sun’ continua sul solco autentico di quella tradizione West Coast, rivista e corretta. Il batterista Matthew Correia ci tiene a ribadire come i costanti giri per mezzo mondo abbiano informato il loro più recente stile. Il gruppo è del resto alla costante ricerca di informazioni, siano esse testi, pezzi d’arte o suoni dell’altro mondo. Tante anche le lezioni di vita incamerate on the road, sicuramente il faccia a faccia con le forze dell’ordine deve aver causato più di un fastidio ai nostri, che si sono scoperti anche ‘homesick’.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 3, 2014 4:46:19 AM News

Dr. John saluta Satchmo

Già introdotto nella Rock and Roll Hall of Fame e vincitore di ben 6 Grammy, Dr. John è una delle icone musicali viventi di  New Orleans. Attraverso le centenarie tradizioni locali ha costruito un corpo d’opera visionario, flirtando a più riprese con il blues, l’R&B, il jazz ed il rock 'n' roll. Con il nuovo album per Proper Records, Ske-Dat-De-Dat - The Spirit of Satch, il nostro paga un sentito e logico tributo ad un personaggio simbolo della New Orleans musicale, la leggenda Louis "Satchmo" Armstrong, le cui innovazioni hanno plasmato i profili di buona parte del jazz del ventesimo secolo. Un’attitudine giocosa, un approccio solare e vitale che ne hanno fatto una figura mediatica impossibile da trascurare nell’emisfero dello spettacolo e non solo.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 3, 2014 4:10:30 AM News

Goat, scandinavian mighty godz

I misteriosi Goat ritornano  con Commune, l’attesissimo seguito al loro stratosferico e programmatico debutto World Music.  Ancora gli acid grooves dell’esordio sembrano farla da padrone, unitamente a quella vena ipnotica ed alle linee serpentine di chitarra che vanno ad aggiungere una vena un pizzico più oscura al lavoro della band.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 3, 2014 3:40:23 AM News

Hyperdub 10.2

Dopo la prima raccolta concepita in occasione del decimo anniversario dell’etichetta, come promesso giunge un secondo volume, a render palese l’influenza del marchio Hyperdub su tutte le musiche ritmiche del nuovo secolo. La selezione dei brani è emblematica, vanno in scena i migliori producers lanciati dalla label negli ultimi 5 anni. Gli spunti di riflessione non mancano, anche perché lo stile più scuro e riflessivo cui è spesso associato l’etichetta, ha conosciuto modelli di sviluppo inediti, confortando così un’apertura mentale notevole. Se il formato strumentale era del resto il più appropriato a certe rigide inflessioni ritmiche, scopriamo oggi come l’avvento di veri e propri songwriters e vocalist occasionali abbia reso possibili nuove forsennate contaminazioni.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 3, 2014 3:33:51 AM News

The Great Complotto

Finalmente la ristampa in vinile per Spittle di uno dei più vividi documenti del post-punk nord-italiano, dopo il cd con libro edito da Shake. Quella del Great Complotto è una storia fantastica, una di quelle che tutti vorrebbero vivere... anche dopo trent’anni. Una tipica storia della provincia italiana, Pordenone, che a raccontarla oggi ci dimostra quanto le idee e la voglia di essere siano fonte inesauribile di energia creativa e quanto tutto il punk italiano sia stato (sempre e ingiustamente) sottovalutato.


Read More
Administrator Goodfellas Jul 3, 2014 3:16:13 AM News

Samples Only

Ancora per Spittle un provvidenziale ristampa in vinile - con cd in allegato - per una delle raccolte chiave del nord-est italico. Un saggio perentorio di come la wave avesse attecchito sullo specchio della laguna veneziana, grazie alle interpretazioni cruciali di Ruins, European Stage, Kitsch Putsch, R.A.R.A. ed Art Dèco.



Read More
Administrator Goodfellas Jul 3, 2014 1:51:09 AM News

Milano New Wave 2014

Curata dal noto musicista/produttore ed agitatore underground Fred Ventura,  Milano New Wave 2014 non è solamente un titolo che richiama quello - quasi identico, gli anni erano però 1980-1983 – di una compilation che si riproponeva di documentare un periodo ben preciso della primissima scena wave meneghina, ma è anche una dichiarazione d’intenti ben precisa. The Evolution of anUnderground Music Scene è il sottotitolo perfetto di questa raccolta, una sorta di “come siamo trent’anni dopo”, in cui potrete ritrovare gli stessi protagonisti o quasi di quella prima ondata.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 2, 2014 7:02:58 AM News

My Brightest Diamond vs Detroit

This Is My Hand apre con un interrogativo. Qual’è il valore della musica ?

Shara Worden è stata coinvolta in una collaborazione audio-video con Matthew Barney e Jonathan Belper per l’opera cinematografica di 6 ore River of Fundament, ambientata nelle dismesse industrie automobilistiche della nota motorcity Detroit. Nella pellicola, una marching band della scuola superiore sfila in processione attraverso le strade della città, esibendosi successivamente all’interno delle fabbriche in disuso, generando un eco interessante tra gli hangar ed i macchinari in smobilitati. Uno scenario che ha indubbiamente colpito Shara, che proprio per il nuovo album ha scelto un  indirizzo musicale che recupera visioni più  primitive, basiche.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 2, 2014 6:42:48 AM News

JJ, mistico pop svedese

L’ascesa del duo svedese JJ nel marzo del 2009 è stata allo stesso tempo magnifica e misteriosa. Un singolo di debutto – ‘JJ no.1’ – ha incantato la stampa musicale, ponendosi all’esatto crocevia tra indie-pop ed hip-hop, pur presentando una serie di sfumature francamente inclassificabili. Un assaggio, un aroma, qualcosa di intangibile, un’impressione per nulla forzata. Introdotti anche da Pitchfork nella colonna Best New Music nell’estate del 2009 – al momento della pubblicazione del debutto esteso ‘JJ no.2’ – i nostri sono protagonisti di un’immediata impennata di interesse nei circoli internazionali. Lo stile del gruppo si è fatto ancor più sottile e particolarizzato, sontuoso e addirittura marziano. A breve entrambi i protagonisti dell’avventura Elin Kastlander e Joakim Benon appariranno nel video diretto dal cineasta nordico Marcus Söderlund 'Let Go'. Escono dall’anonimato, per la prima volta, abbandonando quell’alone di mistero associato alla loro figura.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 2, 2014 5:51:51 AM News

This Will Destroy You ancora in pista

Dal 2004, i This Will Destroy You sono stati autori di uno dei più dinamici e viscerali post rock strumentali del globo. La loro discografia è stata apprezzata da subito dal pubblico e acclamata dalla critica ed i loro lunghi tour continentali la conferma di un culto internazionale. ‘Another Language’, quarto album da studio del quartetto texano arriva a tre anni di distanza dal precedente ‘Tunnel Blanket’   e segna il loro ritorno dopo un lungo periodo di  buio che ne stava quasi per sancire il prematuro scioglimento. La band risorge letteralmente, con rinnovata energia e coesione nella nuova fatica marcata Suicide Squeeze.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 2, 2014 5:43:26 AM News

Earth desert songs

La carriera degli Earth, al pari della loro musica, è stata sempre all’insegna di una deliberata ed inesorabile progressione. Ogni disco rappresenta idealmente un’evoluzione rispetto al suo immediato predecessore, la definizione di una visione singolare. Dylan Carlson ha comunque mantenuto un focus, continuando a scolpire la sua esperienza attorno ad un monolitico riff. Con ‘Primitive and Deadly’, il decimo album da studio, Carlson e la cospiratrice di lunga data Adrienne Davies (la batterista più paziente di questo emisfero), il gruppo esplora nuove direzioni, valorizzando un ciclo di un quarto di secolo e guardando decisamente oltre la propria sfera tecnico-emotiva. Mai come in questa occasione il gruppo del Northwest ha toccato con mano la pura essenza del rock, abbracciando in maniera distinta alcune delle sue più logiche figure.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 2, 2014 5:21:01 AM News

Pere Ubu Carnival Of Souls

Quello in uscita per Fire a settembre è il 18simo album dei Pere Ubu, in un carriera di quasi 40 anni, in cui le regole del music-biz sono state ampliamente rivoluzionate, rispettando un diktat che li vuole ancora animali liberi in un universo governato da mode effimere. In questo la band di David Thomas continua a dividere e a confondere la critica musicale globale. Senza prendere prigionieri. Carnival of Souls è stato concepito nel mezzo di una stagione concertistica imponente, che ha fatto seguito alla pubblicazione di Lady From Shanghai. Il gruppo ha già eseguito una versione dal vivo del disco, musicando in pratica la proiezione dell’omonimo film del 1962 (un horror ante-litteram diretto da Herk Harvey) che da il titolo al nuovo album. Tutto questo accadeva nell’edizione 2013 dell’East End Film Festival a Londra.

Read More
Administrator Goodfellas Jul 2, 2014 5:13:15 AM News

Reigning Sound's soul revue

‘Shattered’ è il primo album dei Reigning Sound ad essere pubblicato per Merge, ad oltre 5 anni dall’ ultima fatica in studio, ‘Love And Curses’. Il leader incontrastato Greg Cartwright rimane la figura di riferimento all’interno del gruppo, oltre che il maggior songwriter. Stiamo parlando di una delle figure cardine del pre e dopo garage americano, già coinvolto in formazioni a loro modo seminali come Oblivians, Parting Gifts, Compulsive Gamblers, 68 Comeback, Deadly Snakes e Detroit Cobras.

Read More
Administrator Goodfellas Jun 6, 2014 2:08:19 AM News

Baba Sissoko - Tchiwara

In questo nuovo album si configura nuovamente l’alleanza con Goodfellas, che dopo African Griot Groove e la toccante collaborazione familiare sfociata in Baba Et Sa Maman, concede un altro purissimo esempio di modernità afro-occidentale. Tchiwara è necessariamente il disco più urgente di Baba, quello che naturalmente sfocia nell’elettricità del rock , incorporandone tanto la muscolarità quanto la propensione alla jam. Con i nuovi sodali Angelo Napoli (chitarra elettrica), Dario Triestino (basso elettrico) e Roberto Coscia (batteria), Baba libera la sua naturale istintività alla ricerca di nuove forme di dialogo tra l’afro-blues e quelli che a ragione posso essere definiti ibridi etno e jazz-rock.

Read More
Administrator Goodfellas May 30, 2014 3:40:10 AM News

Fu Manchu, stone cold crazy

Avete presente quegli amici che mai vi deludono e che – anzi – ad ogni nuova visita portano con sé un gradito omaggio? Ecco, i Fu Manchu sono da ascriversi proprio a questa categoria, tanto che la formazione californiana è da considerarsi oggi tra le migliori interpreti del vocabolario stoner, essendo venuti a mancare i Kyuss e viste le aperture sicuramente più ‘convenzionali’ di Queens Of The Stone Age. A vederli, questi punk capelloni, si ottiene un lungo piano sequenza della cultura underground a stelle e strisce. Quella che dopo il surf ha amato lo skateboard, che dopo il punk è tornata pesantemente sull’hard-rock, che dopo gli allucinogeni ha preferito la più commestibile marijuana.

Read More
Administrator Goodfellas May 30, 2014 2:12:53 AM News

Holidays Futurisme

Holidays Futurisme è il nuovo progetto di Claudio Valente, un passato importante nella scena wave veneta degli anni ’80 ed un presente che parla la lingua di un rock immerso nella tradizione autoriale non solo italiana. La scelta della lingua inglese ed il ritorno a sonorità decisamente più elettriche lasciano il segno in “Venice to Venice…(foggy days, sunny nights)”, disco pubblicato dall’indipendente veneziana Stupefiction Records con distribuzione Goodfellas. Il  disco è stato prodotto e arrangiato  con la complicità di Simone Chivilò, che si occupa anche della programmazione elettronica, delle chitarre e del basso. Virginio Bellingardo siede dietro alla batteria, mentre gli interventi di sax sono di Tiziano Valente. Valente – chitarra e synth – è autore di tutti i testi e musiche.

Read More
Administrator Goodfellas May 28, 2014 7:38:05 AM News

Cloud Boat, digital pop

Cloud Boat – al secolo Tom Clarke e Sam Ricketts – sono una delle formazioni più in vista della nuova elettronica inglese. Un linguaggio che si arricchisce di particolari ad ogni pubblicazione, evidenziando un gusto raro per gli arrangiamenti, premiando la memoria di chi sa viaggiare a ritroso nell’epopea della wave e del synth-pop. Il secondo album - 'Model Of You' - è ancora prodotto da Apollo, sussidiaria di R&S, oggi lanciatissima dopo l’innesto manageriale di James Blake. A distanza di 12 mesi dal suo predecessore il gruppo appare sensibilmente rinnovato.

Read More
Administrator Goodfellas May 28, 2014 6:52:18 AM News

Pete Molinari: a new life

Pete Molinari si è presto affermato ra I talenti più eccitanti del music-biz inglese. Nato nel Kent da una famiglia multirazziale (le cui radici maltesi, italiane ed egiziane sono contestuali), Pete imbraccia la sei corde da giovanissimo, dopo esser stato letteralmente folgorato sulla strada di Damasco da artisti seminali come Leadbelly, Hank Williams, Bob Dylan e Woody Guthrie. Dopo esser passato anche dalla letteratura del beatnik per eccellenza Jack Kerouac,  Pete gioca la carta Americana, trasferendosi per un periodo a New York, esibendosi con una certa costanza nei piccolo ritrovi blues dell’ East Village. Viaggia poi alla volta di Memphis e New Orleans, in qualche modo I luoghi della sua primavera musicale, facendo successivamente tappa in California, per confrontarsi con i luoghi della sua passione letteraria. Tornato nel Regno Unito lavora al disco di debutto ‘Walking Off The Map’ con l’aiuto di Billy Childish, passando successivamente all’ormai leggendario Toe Rag Studios londinese per il successivo ‘A Virtual Landslide’

Read More
Administrator Goodfellas May 28, 2014 6:37:27 AM News

Otis Gibbs, l'orso buono

Otis Gibbs è un cantante e compositore americano, che allo stesso  tempo si diletta come fotografo ed autore di podcast radiofonici indipendenti. Ha peraltro il vezzo del do it yourself, avendo realizzato alcuni dischi che non hanno minimamente usufruito dei canali distributivi ufficiali. Tanto basta per farne un mito di quella nuova america rurale che sta facendo di tutto per rilanciare la sua incontaminata immagine su scala internazionale. Nato a Wanamaker, stato dell’ Indiana ed oggi residente ad East Nashville, Otis Gibbs è fondamentalmente un uomo onesto, in cerca di esperienze illuminanti e felice di condividere il suo diario di bordo con chiunque sia disposto a sintonizzarsi sulle sue esperienze di vita.

Read More
Administrator Goodfellas May 28, 2014 6:12:46 AM News

Naomi Shelton, sister soul

Nei sei anni intercorsi dall’ultima pubblicazione in studio, Naomi Shelton & the Gospel Queens hanno girato in maniera a dir poco estensiva, esibendosi sui maggiori palchi internazionali e strappando applausi a scena aperta nei maggiori festival di ispirazione (anche) black come Bonnaroo, The Monterey Jazz Festival, Montreal Pop e l’ Ottawa Blues Festival. Siamo al cospetto di autentici veterani del genere, che nonostante le primavere mostra assoluta dimestichezza nel gestire la materia soul, anche nei 12 brani che compongono la nuova fatica per Daptone. Cold World prodotto dal cerimoniere di casa Gabriel (Bosco Mann) Roth, è quanto di più fedele ed essenziale possiate aspettarvi da Naomi e dalla sua claque, che a dispetto delle più diaboliche tecniche d’incisione preferisce trasferire immediatamente su nastro la propria musica, nel rispetto di una eccitazione ed una versatilità  che è pura accademia del soul.

Read More
Administrator Goodfellas May 28, 2014 5:59:26 AM News

Fire ! Orchestra, il ritorno

I Fire! – prestando fede sin dal nome ai dettami della cosiddetta fire music e della new thing, forze motrici della contro-cultura afro-americana – nascono come trio per volontà di tre magistrali improvvisatori scandinavi: Mats Gustafsson (sax), Johan Berthling (basso) ed Andreas Werliin (batteria). Nessuno dei tre può definirsi a ragione un purista jazz, considerate che Gustafsson con The Thing è stato abile nel riprendere classici dei Sonics, Pj Harvey e addirittura Lightning Bolt (ovviamente senza trascurare la luce profonda ed il bagaglio etno-musicale di Don Cherry, ispiratore della sigla),  Berthling con i suoi Tape ha camminato in bilico tra folk ed elettronica (un loro brano è anche rintracciabile nella colonna sonora del pluridecorato film di Sorrentino La Grande Bellezza) e Werliin ha tracciato in coppia con la compagna Mariam perle di inusitato avant-pop coi Wildbirds And Peacedrums .

Read More
Administrator Goodfellas May 28, 2014 5:53:30 AM News

Fhloston Paradigm, l'alter ego di King Britt

Uno dei primi frutti del progetto Fhloston Paradigm vide la luce sul quasi omonimo dodici pollici prodotto da King Britt per Hyperdub nel 2011. Il fantasioso nome giunge dal luogo d’approdo nel film ‘Il Quinto Elemento’, Fhloston Paradise, qui prontamente rivisto e corretto. Lo scenario futuribile è in realtà un luogo ancestrale sulla cui creazione lo stesso King Britt si adagia, trasportando nello spazio siderale complementi di musica nera e manipolazioni elettroniche. La fantascienza è dunque un background naturale, con i suoi scritti e le sue immagini: dalla serie Doctor Who a pellicole capitali come Blade Runner ed Incontri Ravvicinati Del Terzo Tipo, fino ad assaporare lo stesso cinema di John Carpenter, anche decisa influenza musicale del nostro.

Read More
Administrator Goodfellas May 14, 2014 5:25:07 AM News

Gill, il cantautorato che ha un nuovo sapore

(Semi)concept album battesimale del musicista in versione solista, “Chi ha ucciso Luigi Tenco?” - uscito a inizio maggio per Goodfellas - è un’intricata sintesi di aforismi poetici e versi di canzoni punk. L'album si apre a sonorità semplici che traggono ispirazione e nutrimento dalla grande tradizione del passato.  Niente merletti e nessuna tendenza postmoderna. Solo chitarre, basso, batteria. Gli arrangiamenti sono sempre misurati e pongono al centro della loro espressività la voce profonda e piena di Gill in antitesi a quella della cantante Costanza Paternò. La linea melodica è segnata da chitarre acustiche ed elettriche che si rincorrono e regalano atmosfere piuttosto torbide.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 30, 2014 2:39:02 AM News

Buzz Osborne solo!

Debutto solista per Buzz Osborne, l’eclettico frontman dei Melvins, tra i personaggi più inafferrabili di tutto l'universo alternativo. Superate da poco le 50 primavere ha scelto di tornare non tanto alle sue origini, ma a quelle della stessa musica rock, quando gli strumenti erano necessariamente acustici e l’elettricità un sogno recondito dell’umanità.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 30, 2014 2:33:51 AM News

Banda Bassotti, banditi senza tempo

Disco dal vivo per la Banda Bassotti con alcune storiche figure del più militante rock italiano in bella vista. L'etichetta è ancora una volta Gridalo Forte.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 29, 2014 7:04:01 AM News

Jack Ruby, proto no wave

Visti e ascoltati probabilmente da un manipolo di fortunati, Jack Ruby hanno incamerato soltanto cinque registrazioni da studio, esibendosi dal vivo altrettante volte, tra il 1973 ed il 1977, con una media di apparizioni di una ogni 12 mesi. La loro musica non è mai stata ufficialmente commercializzata e la loro leggenda è scaturita da un passaparola quanto meno maniacale. Descritti come dei Velvet Underground dopo un incidente stradale o addirittura una versione art-punk degli Steely Dan, i nostri hanno certo alimentato le fantasie (ed i sogni bagnati) di una miriade di completisti del genere.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 29, 2014 5:38:55 AM News

Confusional Quartet/Demetrio Stratos

Dopo la reunion del 2011 e due album, il Confusional Quartet torna in scena con un progetto dalle proporzioni "stratosferiche" che vede la presenza alla voce del leggendario leader degli Area. Nel decennio a cavallo degli anni '70, la band bolognese aveva siglato il momento più alto della scena new wave italiana pur rigettando l'istanza d'esser fedeli ad un genere circoscritto. La loro miscela era infatti un'amalgama complessa di frenesie strumentali e campionamenti che fondevano i fondamenti del jazz al rock sperimentale.
Read More
Administrator Goodfellas Apr 24, 2014 4:52:12 AM News

Lee fields & The Expressions

E’ davvero difficile incontrare oggi un cantante che abbia un background minimamente paragonabile a quello di Lee Fields. Un esordio discografico risalente al 1969, pubblicazioni per 13 diverse etichette, quasi 45 anni di coinvolgimento attivo nell’universo musicale, con relative apparizioni dal vivo. Con un passato così ingombrante è davvero meraviglioso constatare quanto Lee – un musicista nativo del North Carolina – sia ancora iperattivo e quanto mai focalizzato sulla sua attività. Accompagnato dagli  Expressions e dal loro inconfondibile tocco  soulful,  fiancheggiato dall’etichetta di Brooklyn Truth & Soul, Lee ha ritrovato una dimensione a lui congeniale.  I suoi due ultimi album – My World e Faithful Man – sono stati proprio licenziati dal marchio newyorkese, che ha riportato prepotentemente il suo nome agli onori della cronaca. Anche la macchina concertistica si è immediatamente messa in moto, con apparizioni strepitose non solo nei punti nevralgici della cultura black americana, ma anche nelle più importanti piazze europee con sold out registrati a Berlino, Londra ed Amsterdam, oltre ad apparizioni televisive dedicate in Inghilterra e Francia.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 24, 2014 2:03:37 AM News

Sharon Van Etten, bittersweet pop

Nonostante la grande attenzione ricevuta con l’album del 2012 Tramp, Sharon Van Etten è la tipica artista che non conosce pause e che anzi ama stupire ad ogni nuova prova, mettendo in discussione le sue stesse credenziali. La sua musica appare vulnerabile: le discese abissali in cui vengono proiettati i suoi afflati melodici quasi una dichiarazione di intenti spoglia, senza filtri. E’ l’umanità a trionfare, una dimensione cui pochi artisti pop contemporanei possono minimamente accennare. Uno spirito ribelle che conosce anche strazianti pause e riflessioni, che arde comunque, mettendo seriamente in discussione ogni singola esibizione o performance su disco. Il risultato di questa strabiliante odissea è Are We There – ancora su Jagjaguwar -  un disco prevalentemente autoprodotto, eccezionalmente intimo, generosamente sublime e dal respiro millenario.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 24, 2014 12:53:18 AM News

Badbadnotgood

Quasi in una sfida senza esclusione di colpi, alla meditabonda Montreal del dopo-rock e delle avanguardie bianche, risponde un’altrettanto vivace Toronto, con quello che è uno dei nomi di punta dell’underground locale. Badbadnotgood già strappano un sorriso con un nome che appare un recondito urlo pre-adolescenziale, per poi rivelare una serie di intenti quanto meno battaglieri. Dopo una serie di mixtape, cd-r dal vivo ‘bruciati’ direttamente dal board e apparizioni in significative raccolte, è tempo di staccare il biglietto per la maturità. Amici per la pelle i tre - Matthew Tavares (tastiere), Chester Hansen (basso) e Alex Sowinski (batteria) – mostrano un talento strabiliante nonostante la giovane età, oltre ad una padronanza di mezzi efficace, che sottolinea un grande gusto per la composizione, messa a fuoco negli anni di frequentazione al programma musicale dell’ Humber College.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 23, 2014 8:06:47 AM News

Gaspard Royant, french r'n'r

Il rocker francese Gaspard Royant debutta con il primo lavoro sulla lunga distanza dopo una trittico di singoli che ne anticipava i copiosi intenti. Dopo aver omaggiato figure imponenti quali Roy Orbison, Phil Spector, Otis Redding, Brill Building ed aver gettato un’occhiata d’intesa al museo discografico della Stax, il terreno è pronto per un salto di categoria.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 16, 2014 5:26:01 AM News

Brian Jonestown Massacre - Revelation

Probabilmente il concetto non è passato in maniera repentina, ma il piccante suggerimento di qualche addetto ai lavori sembrava quanto meno opportuno: ignorare la tanto strombazzata data romana dei Rolling Stones al fine di recarsi in quel di Milano per la sesta edizione di Rock In Idro. Sfogliate il cartellone del 2 di giugno, giornata conclusiva della kermesse, guardate in basso ed ignorate i tanto strombazzati ed incancreniti Pixies. Poco dopo l’atto sacrificale del gruppo d’apertura sarà la volta dei più enigmatici rocker del nostro tempo: i Brian Jonestown Massacre. Forse il gruppo culto per eccellenza dei giorni nostri. Quell’entità sfuggente capace di rinviare l’appuntamento con il successo a più riprese, rinnegando così i luoghi comuni di chi scalpita pur venendo da un umile dimensione underground.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 16, 2014 3:59:13 AM News

69 Année Mélodique

Una collezione destinata a cambiare ulteriormente la vostra percezione sulla musica prodotta oltralpe, a cavallo tra i due rivoluzionari decenni sessanta/settanta. Un manifesto, che in maniera inequivocabile illustra le doti nascoste del canzoniere francese, con il ruolo vitale dei produttori, capaci di confezionare indimenticabili arrangiamenti che guardassero ben oltre il sensazionalismo e il tripudio popolare. Uno stile spesso forgiato da suadenti archi, sezioni fiati capaci di gravitare attorno alle armonie e sguardi d’intesa con quanto prodotto fuori dal continente, puntando magari verso lo speziato oriente. Il ‘doppio’ del pop francese, in una selezione esclusiva di brani che promuovono certo i volti noti di una tradizione, ma guardano anche all’affascinante lavoro dietro al banco di regia degli arrangiatori, protagonisti in egual misura, magari sacrificati da un disdicevole ruolo-ombra. Serge Gainsbourg, Dalida,  Jacques Dutronc, Jane Birkin e numerosi altri, questi i nomi che sfilano nella selezione di 12 brani, curata al solito con grande lucidità dai responsabili dell’emittente radiofonica Nova, vera e propria istituzione nazionale.

Read More
Administrator Goodfellas Apr 16, 2014 2:45:55 AM News

Che il mio grido giunga a te

CHE IL MIO GRIDO GIUNGA A TE

SLOGAN:…i capelloni e le chitarre invadono le chiese!

SINOSSI

A metà degli anni ’60 anche i capelloni e le chitarre fanno il loro rumoroso ingresso nelle chiese e nelle parrocchie. Le sonorità Beat arrivano tra i ferventi cattolici e il fenomeno delle “Messe Beat” si diffonde in tutta la penisola. Cambieranno i costumi e cosa penserà la gente di questa invasione?



Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2014 7:07:44 AM News

The Groove Sessions Vol.3

Dieci anni di attività, recentemente festeggiati anche in Italia con una serie di apparizioni nel mese di febbraio. Performance rigorosamente sold out a testimonianza del valore dello spettacolo di questo combo francofono, assurto a livelli di culto anche nello stivale. ‘The Groove Sessions Vol.3’ giunge così a compimento di un lungo percorso artistico, che ha visto la crew convivere con tutti gli aspetti della musica nera e da club, giungendo ad una sintesi originale che ha pochi eguali non solo oltralpe, ma anche nel resto dell’Europa continentale.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2014 6:39:08 AM News

I primi 10 anni di Hyperdub

Nel 2014 la Hyperdub taglia il traguardo dei 10 anni di attività. Fondata dal DJ e produttore Kode9, l’etichetta è cresciuta enormemente pur partendo da umili origini. Se la definizione di marchio dubstep per eccellenza ha contribuito ad accrescerne i valori, è anche giusto ribadire come negli ultimi anni Hyperdub sia divenuto un luogo di incontro tra le molteplici tendenze della club culture. Addetti ai lavori e fans della prima ora hanno così coltivato la propria curiosità, uscita dopo uscita, facendo in modo che l’indipendente inglese divenisse una sorta di fondazione per tutto il circuito elettronico. Per celebrare l’evento l’etichetta pubblicherà quattro compilation a tema che indagheranno profondamente sui nomi forti di casa, introducendo anche le nuove produzioni e soffermandosi su una serie di inediti.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2014 5:44:19 AM News

Soul Note/Black Saint : here comes the jazz

Quattro ristampe esclusive dai cataloghi Soul Note e Black Saint, quattro modi di intendere la rivoluzione culturale nera e le numerose commistioni con i musicisti jazz bianchi. Altra immersione negli appetibili cataloghi degli storici marchi milanesi, sempre all’avanguardia nel circuito delle musiche creative. Si parte con ‘Etudes’,  prima collaborazione in studio tra il bassista Charlie Haden ed il batterista Paul Motian, con lo zampino della pianista Geri Allen. I ritmi angolari della storica coppia e l’ alta sensibilità pianistica della Allen si integrano in un intenso dialogo a tre. Lo spirito tendente all’ esplorazione del trio brilla attraverso l' intero album. Uno stratosferico set che prevede sette composizioni originali e due meravigliosi tributi ad Herbie Nichols ed Ornette Coleman - una toccante rivisitazione della tematica ‘Lonely Woman’ - in uno dei lavori più influenti degli anni ottanta accreditati al format del piano trio.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2014 4:38:35 AM News

Superfly, la ristampa

La morte di Curtis Mayfield nel 1999 ha private l’intero universo della musica popolare di uno dei suoi principali performer, scrittori e produttori. Già all’epoca del suo esordio solista nel 1970, aveva raggiunto un livello di fama che molti artisti non arriveranno a sfiorare nemmeno a fine carriera. Già il coinvolgimento negli Impressions, di cui è stato uno dei leader, ha fruttato al nostro un roseo avvenire, prima di arrivare a fondare il suo marchio discografico e diverse compagnie di edizioni musicali.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2014 4:10:56 AM News

Nicole Atkins: Slow Phaser

Un tour de force noir illuminato da luci al neon, una raccolta di canzoni pop ad alta definizione adatta alle ore piccole: Slow Phaser è l’album più moderno e originale di Nicole Atkins. Prodotto da Tore Johannson – che ha collaborato con la cantante ai tempi dell’oramai classico debutto del 2007 Neptune City – l’album è una pietra miliare per la cantautrice che ha raggiunto la maturità creativa aggiungendo nuovi sorprendenti colori a una tavolozza sonora già piuttosto ricca. Con le loro tinte fluorescenti e i ritmi ballabili, la poppeggiante Girl You Look Amazing e la sensuale Red Ropes mettono sotto una nuova luce l’inconfondibile voce di Atkins. Agrodolce ma in definitiva positivo, Slow Phaser cattura Nicole Atkins al meglio: vivace, sexy e determinata a guardare avanti. «Volevo fare musica che nessuno avesse mai sentito prima, nemmeno io».

Read More
Administrator Goodfellas Mar 31, 2014 3:58:25 AM News

Little Barrie, the art of power trio

Il trio inglese dei Little Barrie fa il suo rientro in pista, con ‘Shadow’, album licenziato dalla nuova casa discografica Tummy Touch. Ce ne sono davvero poche di ombre – paradossalmente – in un disco che esalta la vena originale del gruppo, capace di dialogare liberamente con elementi quali l’hard, il british blues, il garage ed il soul. Quarto album in studio ed in assoluto la prova più convincente di questa formazione, completamente immersa in un flavor anni ’70 e capace di riportarci all’atmosfera gioviale dei grandi festival all’aperto.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 27, 2014 4:32:47 AM News

Stephen McBean: fuga solista

E’ sempre alla ricerca di nuovi stimoli Stephen McBean ed il programmatico ‘Get Back’ ( Jagjaguwar) con cui torna in scena a fine aprile, ne è puntuale testimonianza. Accantonata momentaneamente l’esperienza principe Black Mountain, il musicista canadese si concentra su quella che è l’ estensione di un progetto solista. Sono passati 4 anni dal precedente ‘Outside Love’, lo spirito è il medesimo e la voglia di fuga di Stephen è evidente. Un songwriting dunque più diretto, in cui sembrano convivere tutti i suoi amori tardo adolescenziali, dal più barricadiero punk-rock alle imperturbabile influenze della musica sudista, passando per viziosi circoli pop psichedelici. Un approccio che rimane frontale, per tutta la durata dell’album con alcune delle dichiarazioni d’amore di McBean in prima linea. Un esempio? ‘The Second Summer Of Love’ sembra un outtake da ‘London Calling’ dei Clash. Nessuna sorpresa, considerando il fatto che ‘Guns of Brixton’ è stato uno dei brani più ascoltati dal nostro a ridosso della scrittura dell’album.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 27, 2014 4:21:55 AM News

Mac DeMarco diventa grande

“As I’m getting older, chip up on my shoulder...” sono queste le note con cui si inaugura il secondo lavoro sulla lunga distanza di Mac DeMarco, ideale seguito a quel ‘Mac DeMarco 2’, che tanto era piaciuto alla stampa più trendy. ‘Salad Days’ – temiamo non ci sia alcun riferimento ai Minor Threat…- è così l’atto di commiato definitivo dalla fase post-adolescenziale. Ferme restando le doti di morbido crooner del nostro e quelle chitarrine così liquide, la sensazione è quella di un parto più maturo, completo. Nonostante i suoi 23 anni DeMarco appare sufficientemente disincantato, assolutamente cosciente dei risvolti positivi quanto negativi della vita odierna. Scritto durante una serrata serie di apparizioni internazionali, il disco offre un’attendibile versione del DeMarco uomo e compositore, tra momenti di assoluto stupore e qualche slancio di carezzevole follia. Un punto di vista molto personale su quella che appare una carriera in crescita.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 27, 2014 4:04:17 AM News

Wooden Wand country magic

Facendo seguito all’acclamato ‘Blood Oaths of the New Blues’, accolto da parole di giubilo da tutta la critica che conta,  James Jackson Toth torna con un ciclo di brani ruvidi ed al contempo intimisti, registrati nel corso dei suoi numerosi spostamenti attraverso gli stati americani. Per l’occasione sceglie due collaboratori di grande prestigio come il giovane virtuoso della sei corde William Tyler (svezzatosi alla corte dei Lambchop ed autore di bellissime prove soliste per Tompkins Square e Merge) ed un geniaccio come il bassista Darin Gray (On Fillmore, Jim O'Rourke, Grand Ulena, Dazzling Killmen). Le composizioni di  Toth aspirano al titolo di classici istantanei, la sua penna esperta ci regala una futura hit delle praterie come ‘Dambuilding’, attingendo ad un parco suoni che è pura poesia in rima con le sterminate praterie dell’America centro-settentrionale.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 27, 2014 3:53:54 AM News

Amen Dunes corpose armonie

Amen Dunes è il mezzo di trasporto ideale, la piattaforma artistica, attraverso la quale si manifesta il talento del solitario Damon McMahon, da anni una delle più anomale presenze nel sottosuolo americano. La sua è stata sempre una canzone folk accidentata, inebriata da aromi psichedelici, interessata finanche a trasposizioni etniche (faceva un’ottima figura anche nella compilation in free download ‘On A Steady Diet Of Hash, Bread & Salt’ in cui si rileggevano temi della tradizione greca con Steve Gunn, Sam Shalabi, Mike Cooper e moltissimi altri). ‘Love’ con tutti i contesti universali che si porta dietro, è di per sé un titolo ambizioso. Ne è cosciente anche Sacred Bones che ha puntato forte su questo lavoro, conscia delle enormi facoltà di McMahon.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 27, 2014 2:54:14 AM News

L'arte del drone da Constellation

Ancora emozioni candide in casa Constellation, con un nuovo progetto patrocinato dalla label di Montreal e nuovi immediati sussulti in campo drone-rock. Una collaborazione in realtà rodata quella di Hiss Tracts, duo che si compone dei musicisti – nonchè scultori di suono - David Bryant e Kevin Doria, negli ultimi anni diligentemente capaci di costruire un denso corpo musicale, dalle accattivanti ambientazioni.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 27, 2014 2:45:53 AM News

Eluvium meets Explosions In The Sky

Inventions è il nuovo sodalizio tra due musicisti ed amici di lunga data: Matthew Cooper degli Eluvium e Mark T. Smith degli Explosions In The Sky . Ci sono diversi punti da cui osservare la collaborazione, partendo magari dal presupposto che gli Eluvium sono fondamentalmente la creatura di Matthew Cooper e che nessun membro degli Explosions In the Sky – fino ad ora evidentemente – fosse uscito allo scoperto in un progetto estemporaneo. Per chi ha seguito ed adorato entrambe le formazioni si tratta di una visione paradisiaca, il complemento di due esistenze in parallelo – considerata l’etichetta di appartenenza ed i palcoscenici spesso divisi – che oggi si incrociano in maniera familiare e netta.

 

Read More
Administrator Goodfellas Mar 27, 2014 2:37:18 AM News

Il grime che guarda alla Cina

Fatima Al Qadiri è una musicista ed interprete multidisciplinare del Kuwait. In pochissimi anni si è costruita una solida reputazione come artista concettuale, esplorando temi derivanti dal suo background personale quanto da una conoscenza della cultura pop globale, grazie anche ad un numero di acclamati Ep, progetti multimediali e saggi di scrittura. E’ anche tra le fondatrici del team di produzione ‘Future Brown’. L’album di debutto ‘Asiatisch’ per l’inglese Hyperdub,  suggerisce un viaggio simulato attraverso una Cina immaginaria. Musicalmente parlando il disco è un omaggio alla più quieta deriva del grime, spesso definita 'sinogrime', per via dei riferimenti a motivi e melodie asiatici, uno stile che ha avuto i suoi pionieri in Wiley e Jammer all’inizio degli anni ‘00 nella multiculturale Londra Est.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 27, 2014 2:27:46 AM News

HTRK

Psychic 9-5 Club inaugura un nuovo capitolo nella storia degli australiani HTRK. E’ un album che guarda disincantato al passato, mettendo da parte lo struggimento ed il dolore che ha tempestato l’esistenza di questa band, una delle maniere più attendibili per esorcizzare quanto accaduto,  riscoprendo sentimenti altrettanto genuini come la passione e la speranza. E’ il primo album registrato in duo, con  Jonnine Standish e Nigel Yang unici protagonisti, dopo la terribile scomparsa di Sean Stewart, venuto a mancare nel corso delle registrazioni del disco del 2011 ‘Work (Work, Work)’

Read More
Administrator Goodfellas Mar 3, 2014 3:31:36 AM News

Tycho, a new awake

Per circa un decennio Tycho è stato riconosciuto come l’alias musicale di Scott Hansen, ma con la pubblicazione di Awake – suo secondo album per Ghostly International – il progetto solista si è evoluto in una formazione effettiva costituita da tre elementi. Più vicino oggi al post-rock che non ai tratteggi ambient del recente passato, il disco si pone in una nuova prospettiva rispetto ai formativi esordi di Hansen. Facendo seguito all’esordio del 2011 Dive , il designer con residenza a San Francisco ha girato estensivamente, con una band al completo sul palco, fino a definire un suono più organico. La presenza stabile di Zac Brown (chitarre e basso) ed in particolare l’elemento percussivo costituito da  Rory O’Connor alla batteria, hanno permesso ad Hansen di mettere a fuoco una visione precisa ed ineluttabile. Da qui il processo creativo di Tycho prende forma, assicurandosi stabilmente le performance dei nuovi collaboratori.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 3, 2014 2:56:01 AM News

Vikesh Kapoor, il nuovo Dylan?

E’ un grande giorno per l’inglese Loose, l’annuncio dell’album di debutto di Vikesh Kapoor ‘The Ballad Of Willy Robbins’, coincide con la pubblicazione di uno degli artisti maggiormente incensati dalla stampa statunitense e britannica negli ultimi mesi, sorta di next big thing che ci ricorda quanto la canzone d’autore possa ancora avere riscontri essenziali nei circuiti più in vista.  La parola è il medium in questo caso, tanto che l’autore di chiare origini indiane ci riporta al clima incendiario di un Greenwich Village nei sessanta. Si tratta di un concept album liberamente ispirato ad articoli di giornale riguardanti una figura della classe operaia, che lentamente perde tutto: ambizioni, salute, famiglia e rifugio. La storia di un lavoratore, meno specifica se paragonata a quella di un blue-collar, ma quanto meno fedele all’esperienza di chi quotidianamente si batte per ottenere qualcosa e tagliare i suoi traguardi personali.  

Read More
Administrator Goodfellas Mar 3, 2014 2:22:54 AM News

Ought, agit-prop canadese

Un disco che per certi versi ci porta indietro nel tempo quello dei canadesi Ought, rivelando ancora una volta le relazioni pericolose della Constellation con tutto un lascito, un substrato, post-punk. Venuti alla luce in quella fervida fucina di talenti che è Montreal nel 2011, i nostri hanno adottato sin dagli esordi le più rigide consegne del do-it-yourself, affrontando anche la vita in una sorta di comune, che al tempo stesso fosse residenza e luogo dove dar seguito ai propri impulsi stilistici. Casa e studio, un unico tetto. I quattro elementi del gruppo auto-producono un Ep, suonano una serie di apartment show, prima di essere assorbiti dal circuito locale dei loft, proprio in quella Printemps d'Erable esplosa in Quebec nel 2012  e culminata nello sciopero generale degli studenti. I mesi di grande mobilitazione contro l’austerità neo-liberale galvanizzano oltre misura il gruppo, che forgerà il proprio stile attorno ad un’estetica agit-prop, che è tuttuno con la grande rivoluzione sociale che sta prendendo forma. Il chitarrista/cantante Tim Beeler, precedentemente più legato all’universo folk e a quello della poesia scritta, prende linfa vitale da questi nuovi accadimenti e sceglie la via dell’elettricità per forgiare una nuova forma di protesta solidale.

Read More
Administrator Goodfellas Mar 3, 2014 1:44:35 AM News

S. Carey, and then there was light!

‘Range Of Light’, il primo lavoro sulla lunga distanza di S.Carey per Jagjaguwar è  di per sè un manifesto, uno slancio di maturità che proietta di diritto il suo autore tra i grandi compositori pop del nostro tempo, non fosse altro per la capacità di assumere proverbiali atteggiamenti classici e rinnovare dal profondo l’eredità di un genere che spesso si pone in ‘bilico’, affrontando addirittura gli accidentati territori dell’avanguardia. Un tempo lo avremmo chiamato rock progressivo, ma fuori da ogni logica barocca sarebbe oggi opportuno coniare altro appellativo. Il titolo dell’opera si ispira al naturista del 19 secolo John Muir, eroe personale di Carey ed inevitabile maestro di vita.  Questo nuovo album riflette tutte le passioni del musicista riuscendo nell’impresa di trasformare armonie complesse in flussi soavi, giocando in maniera simultanea con il ritmo e le più rarefatte ambientazioni, ripercorrendo in questo una formazione accademica. Il respiro della musica contemporanea è forse l’elemento aggiuntivo che trascina verso nuove vette la propensione artistica del nostro.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 28, 2014 4:07:35 AM News

Sufjan Stevens goes hip-hop

Alza il tiro Sufjan Stevens, con una collaborazione che lo vede emanciparsi dalle sofisticate orchestrazioni degli ultimi album. Un’apertura che non deve sorprendere, considerate anche le capacita di A&R dello stesso artista, che con la sua etichetta Asthmatic Kitty ha saputo rivoluzionare lo stesso status di indie-label, rivolgendosi ad un pubblico più adulto che sapesse al contempo apprezzare il cantautorato e l’avanguardia pop. Attraverso il suo lavoro di scouting il nostro ha mostrato di conoscere anche le dinamiche del moderno hip-hop e di certa elettronica. Sisyphus è dunque una logica conseguenza più che un fulmine a ciel sereno. Un progetto che prevede il coinvolgimento in pari misura di Serengeti (all’anagrafe David Cohn) e Son Lux, anche noto come Ryan Lott. I due vantano una discografia sostanziosa ed in comune hanno un luogo d’approdo: la Anticon. Il marchio che più di ogni altro ha definito lo spessore del fenomeno avant-hop, lanciando in primis gli insuperati Clouddead.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 26, 2014 8:43:47 AM News

Nino Bruno - Posidonia

Torna il cantautore campano, dopo il successo ottenuto con il brano ‘Every Single Moment In My Life Is A Weary Wait’, virtualmente interpretato da Sean Penn nella chiacchierata pellicola dell’ormai hollywoodiano Paolo Sorrentino ‘This Must Be The Place’.  Un album questa volta integralmente strumentale (fatta eccezione per ‘Una Moneta In Tasca Una Corona In Testa’ piccolo cameo posizionato in chiusura), che accompagna l' omonimo film-documentario di Marcello Anselmo. L'ispirazione di fondo del disco e della pellicola - che alterna scorci del porto industriale di Napoli con riprese dei fondali adiacenti, ripercorrendo per buona parte la storia della costa cittadina - e' appunto nel rapporto tra il mare e la terraferma, che diventa metafora materiale del nostro vivere a un passo dall'abisso. La musica è stata registrata secondo la regola del Dogma 8, modus operandi che contraddistingue l’opera di Bruno da diversi anni a questa parte. L’uso di registratori analogici a bobina sia in ripresa che in mixaggio è difatti un credo più che una necessità. ‘Posidonia’ suggerisce sensibili punti di contatto con l’elettronica ante-litteram e ‘seriale’, questo è quanto si evince dalle 15 tracce (tra cui tre autentiche sonorizzazioni), nel rispetto di un’eredità importante - proprio quella del belpaese - che vanta alcuni fra i più rinomati autori di libraries e colonne sonore.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 26, 2014 7:02:04 AM News

Carla Bozulich - Boy

Boy è il terzo album a nome Carla Bozulich e negli intenti della sua maggiore interprete vuole essere un disco pop, che non rinuncia però a quell’attitudine sperimentale e a quegli intenti decostruzionisti che da sempre l’hanno contraddistinta. Un disco angolare comunque, rispettando la forma-canzone e l’estetica che vuole la Bozulich sempre in bilico tra la spinta autoriale ed un feeling diciamo pure avant. Cresciuta del resto secondo i criteri del do-it-yourself e foraggiata dallo spirito degli artisti punk più rivoluzionari, Carla ha definito un’estetica incorruttibile. Per l’occasione i brani si fanno più stringati, rispettando una lunghezza che va dai 3 ai 5 minuti massimo, le melodie sono accese, le strutture riconoscibili, secondo l’antico dettame verse-chorus-bridge. Ma le strategie sono spesso destabilizzanti, gli accenti diversi. Gli arrangiamenti comunque funzionali alla performance vocale.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 25, 2014 7:41:11 AM News

Bob Dylan goes gospel

Tra tutti gli artisti con un catalogo imponente alle spalle, Bob Dylan vanta sicuramente un record tra quelli più omaggiati. Centinaia e centinaia di cover dell’illustre menestrello hanno a più riprese invaso il mercato discografico, disponendo anche una serie di interpretazioni memorabili. Dai Byrds ad Adele, passando per Manfred Mann ed i Guns N’ Roses, sono davvero numerosi i musicisti ad essersi abbeverati alla medesima fonte. Ma qualcosa ci suggerisce che nulla poteva prepararvi ad un simile tributo: Dylan’s Gospel a firma The Brothers and Sisters, un coro con base a Los Angeles, composto da celebri cantanti che già vantavano una fervida attività discografica. Una riunione che avrebbe avuto luogo una sola volta, proprio in occasione di queste registrazioni.

Read More
Administrator Goodfellas Feb 25, 2014 5:41:10 AM News

War On Drugs, hit the road

‘Lost In The Dream’ è il terzo album della band di Philadelphia The War on Drugs, ma – per molti versi – può a ragione essere considerato il loro esordio. In concomitanza  con la pubblicazione di ‘Slave Ambient’ nel 2011, il leader e factotum Adam Granduciel ha iniziato un percorso che lo ha portato a calcare per i successivi due anni alcuni dei più importanti palchi americani ed internazionali. Da questo processo sono nate le dieci canzoni – poi definite in studio – che vanno a  comporre questa nuova  essenziale fatica.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 30, 2014 6:46:59 AM News

Boozoo Bajou 4

Boozoo Bajou continuano a  migliorarsi, di giorno in giorno. Da circa 17 anni il duo composto da Peter Heider e Florian Seyberth è operativo sulle scene internazionali, avendo confezionato lavori per etichette prestigiose quali K7 e Stereo Deluxe. Ma nulla poteva evidentemente prepararci a questo loro quarto album da studio, il loro insindacabile apice creativo. ‘4’ esce per la sub label della ritrovata R&S Apollo, andando così ad arricchire un catalogo che si mostra tra i più eclettici in ambito nu-electronica.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 30, 2014 6:13:02 AM News

Mark Lanegan, un'antologia

Un’antologia che rende giustizia ad una delle figure più solenni di tutto il rock contemporaneo, uno degli interpreti più intensi e carismatici delle ultime due generazioni. Nato a Ellensburg, stato di Washington,  il 25 novembre del 1964, Mark Lanegan è da molti considerato l’erede naturale di Jim Morrison, tale l’influenza esercitata sui talenti in erba del Northwest – e non solo – e la sua duttilità musicale.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 30, 2014 2:15:57 AM News

Les Claypool country duo!

Partiamo da South Park, per avere una visione quanto meno attendibile della nuova avventura del bassista extraordinaire Les Claypool. Il mentore dei Primus non ha mai nascosto il suo fascino per il country/hillbilly e se ben ricordate la sigla dell’omonimo – dissacrante – cartone animato ne dava già ampiamente notizia. Parliamo in questo caso di decostruzione, di canoni antichi va da sé, e di un approccio che certo non può rinunciare allo spirito sarcastico dell’autore. Che questa volta si fa accompagnare da un amico di vecchia data, Bryan Kehoe, in un’avventura volutamente sopra le righe. Les Claypool’s Duo De Twang a differenza delle alchimie sonore e geometrie dei Primus, mette in scena con ‘Four Foot Shack’ un approccio più viscerale, fatto di intermezzi acustici, stuzzicanti cover version e danze rurali. Musica delle radici, con un resa straordinaria, se pensiamo alle invidiabili doti dei due protagonisti. Armati di strumenti a corda, dal banjo al basso acustico, i due ci regalano un repertorio di originali che spesso ricordano le polverose immagini del wild west.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 29, 2014 5:48:56 AM News

The Unsemble: Jesus Lizard meets Neubauten

The Unsemble (disco omonimo in uscita per Ipecac) è la nuova sfida musicale dell'ex Jesus Lizard Duane Denison, mai sazio – nonostante le recenti sortite coi ritrovati Tomahawk ed il deus ex-machina Mike Patton – si lancia all’insegna della più spericolata ricerca strumentale. Per sostenere cotanto genio ci vogliono collaboratori all’altezza, anche comprimari purchè le questioni di ego siano confinate all’anticamera. Detto del chitarrista (che occasionalmente suona anche le tastiere), passiamo all’altro ingombrante soggetto, tale Alexander Hacke (basso ed elettroniche) che i più di voi ricorderanno con gli Einsturzende Neubauten ed i Crime and the City Solution, ma anche dietro ad alcune pellicole nel ruolo di consulente artistico  e musicale (citazione ad hoc per il bellissimo Crossing The Bridge – The Sound Of Istanbul, in cui veniva anche tracciato un profilo del Jimi Hendrix del Bosforo, Erkin Koray) . Ai due si aggiunge un percussionista con tutti i crismi, Brian Kotzur il cui lungo curriculum rammenta almeno Silver Jews e lo stravagante cineasta Harmony Korine.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 29, 2014 3:32:09 AM News

Linda Perhacs, welcome back!

Riconosciuto tra i più affascinanti lavori acid folk dei ’70, ‘Parallelograms’ è un disco che ha avuto un’esposizione mediatica senza paragoni nell’ultimo decennio, riscattando dal dimenticatoio la sua nobile e solitaria autrice. Come un fulmine a ciel sereno Linda Perhacs torna in pista, per la gioia di ascoltatori famelici ed artisti che alla stessa autrice avevano eretto piccoli mausolei della memoria. Da Devendra Banhart (che l’ha ospitata in Smokey Rolls Down Thunder Canyon del 2007)  ai Daft Punk – che inclusero proprio nella pellicola Electroma una demo di If You Were My Man -  la schiera di sostenitori è ampia e prestigiosa, una ragione in più per brindare a questo rientro in scena, dopo oltre 40 anni di anonimato.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 29, 2014 2:23:39 AM News

The Men, un nuovo domani

Un sottotesto quello di ‘Tomorrow’s Hits’ ancora una volta pubblicato con il patrocinio di Sacred Bones, perchè quanto anticipato da ‘New Moon’ appare oggi in maniera meno concitata. La marcia di avvicinamento verso i luoghi sacri del blue collar rock giunge a compimento, in un album certamente tirato ma capace di aprirsi a soluzioni armoniche inaspettate.

Read More
Administrator Goodfellas Jan 29, 2014 1:34:34 AM News

Nick Waterhouse - California Soul

Giunto alla prova del nove con ‘Holly’, ancora una volta per quella fucina di talenti che si è dimostrata essere  Innovative Leisure, Nick Waterhouse veste in tutto e per tutto i panni del veterano, regalandoci un disco autentico, ricco di pathos ed interpretazioni strabilianti. Torch songs o febbricitanti interpretazioni rhythm’n’blues, numeri d’assalto o toni confidenziali, la strada maestra porta comunque ad uno stato di autenticazione.

Read More
Magento Administrator Dec 22, 2013 7:05:31 PM News

Oblivians are back!

In The Red è orgogliosa di presentare il nuovo album in studio degli Oblivians, il loro primo dal lontano 1997, quel ‘Play Nine Songs with Mr. Quintron’ che chiuse definitivamente un’epoca.

Read More
Magento Administrator Dec 22, 2013 7:04:43 PM News

Dirty Beaches or Lynch meets Cabaret Voltaire?



Potremmo dare un nome a questo suono polveroso, definendolo industrial-blues, ma rischieremmo di non rendere giustizia all’uomo, che ha sempre in serbo una trovata eclettica, un arrangiamento sopra le righe. Il nuovo disco, proprio per raccogliere in maniera compiuta i suoi molteplici interessi, è un doppio, concepito nell’inverno del 2012 tra il suo domicilio canadese ed una sempre più evanescente Berlino. ‘Drifters / Love Is the Devil’, ancora per marchio Zoo Music, è così un’ampia sintesi del suo modus operandi. Un lavoro contrassegnato dal viaggio e dall’idea di vita on the road, considerate le numerose tappe dei suoi tour europei. C’è il fascino labirintico per città capitali come Berlino, Belgrado e Parigi, immagini che si riflettono in una musicalità sospesa, sempre sul punto del collasso emotivo.
 
 

Un blues dell’anima dicevamo od una sorta di pre-war folk sorretto da strutture minimal-rumoriste se preferite, dove la drum machine sostituisce il battito del piede e le chitarre sono necessariamente filtrate (assieme alla voce). E’ così che si compie un’opera definitiva, sospesa tra il cinema di David Lynch e i sottoscala di qualche club inglese dei primi anni ’80.  Roba da perdere la testa. Elvis a passeggio coi Cabaret Voltaire, od anche un Robert Johnson intrappolato in una performance radioattiva dei Throbbing Gristle. I riferimenti potrebbero essere molteplici, ma il miracolo di Alex Zhang Hungtai è proprio nella potenza delle immagini che riesce ad evocare. Grandi e piccole tragedie del quotidiano che si svuotano di ogni significato prendendo la via del palcoscenico. La musica si insinua, definisce i dettagli, proietta sentimenti. E mai l’abbandonarsi è risultato così lieve.

Magento Administrator Dec 22, 2013 7:03:54 PM News

Classic 'americana' album unlocked



Continua inesauribile la missione di Light In The Attic, nel documentare alcune delle più sottovalutate pubblicazioni del tempo che fu. Per il marchio consociato  Future Days è sulla rampa di lancio ‘The Bobby Whitlock Story: Where There’s A Will, There’s A Way’ una collezione con i primi due album in solo del cantautore di Memphis. Presentati per la prima volta  in CD, Bobby Whitlock (1972) e Raw Velvet (ancora 1972) sono album stellari, non fosse altro per il cast di partecipanti (George Harrison, Eric Clapton, Delaney & Bonnie), che si inseriscono di diritto nel solco dell’americana, con un bagaglio soul bianco non indifferente.

 
La musica è stata per Whitlock letteralmente una via di fuga. Nella natia Memphis si trova presto in affari con Stax Records, sarà il primo artista bianco a firmare per la sussidiaria pop HIP. Ma era il soul nel suo cuore, non certo la musica pop, tanto che l’ingresso nella band della coppia Delaney & Bonnie (The Friends) segnò una drastica svolta nelle operazioni.
Delaney & Bonnie lo portano in tour con i Blind Faith, qui Eric Clapton si invaghisce del suo stile. E’ un attimo. Il musicista si unisce ben presto a Clapton, Jim Gordon e Carl Radle nei Derek & The Dominos, l’incredibile backing band che accompagnerà George Harrison in alcuni album seminali come ‘All Things Must Pass’ e registrerà l’altrettanto fondamentale ‘Layla And Other Assorted Love Songs’.

Durante le registrazioni di questi dischi, Whitlock inizia a ragionare sui primi passi da solista. Nonostante le droghe iniziassero a minare il percorso dei Derek & The Dominoes, Whitlock riesce a coinvolgere alcune personalità di spessore nell’avventura: Clapton, Harrison, il bassista Klaus Voorman (sessionmen per John Lennon, Carly Simon), il batterista Jim Gordon, Chris Wood ( Traffic)  ed altri. Il solo di chitarra di slowhand è quello che descrive il brano  ‘The Scenery Has Slowly Changed’ per diritto di cronaca.

Quando Bobby ha presentato il suo album all’Atlantic Records, questi è stato rifiutato. Da qui arriva la consensuale rescissione del contratto e la separazione dai Dominoes, durante le problematiche session per il secondo album. Bobby non si ferma, torna in Inghilterra, poi in Francia, dove i Rolling Stones stavano registrando ‘Exile On Main Street’. Trova un nuovo accordo per pubblicare il suo esordio unitamente ad un successore, grazie all’interesse del produttore Jimmy Miller. ‘Raw Velvet’ metterà in campo le Edwin Hawkins Singers, l’orchestra L.A. Symphony, Eric Clapton, Jim Gordon ed i nuovi compagni di ventura: Rick Vito (chitarra), Keith Ellis (basso) e Don Poncher (batteria). Andy Johns produrrà entrambi i dischi. Andy è stato l’ingegnere del suono di ‘Exile On Main Street’ e successivamente produrrà ‘Marquee Moon’ dei Television.


Magento Administrator Dec 22, 2013 7:03:08 PM News

Glitterhouse



Goodfellas è orgogliosa di presentare in esclusiva distribuzione per l'Italia, l'ambito marchio tedesco, nato agli albori degli anni '90 come quartier generale europeo della Sub Pop. Il suo catalogo è stato illuminato da numerose pubblicazioni, prime fra tutte quelle del gruppo in-house Walkabouts. Progressivamente il suono roots della label ha conosciuto un apertura alle musiche del sud del mondo, conquistando grazie ad una sagace opera di scouting.

Lo stesso Chris Eckman, ledaer dei Walkabouts, ha recentemente lanciato il marchio Glitterbeat, che si occuperà di nuove sonorità africane.


Magento Administrator Dec 22, 2013 7:02:17 PM News

Handsome Family - Wilderness

...



Il nuovo album della coppia – residente a Chicago - Brett e Rennie Sparks fa seguito a quell ‘Honey Moon’ che nel 2009 fece scomodare anche la bibbia dell’alternative-rock Pitchfork, non fosse altro per la capacità di  Rennie di trasformare in parole immagini vivide e quella di Brett di tradurre quelle stesse parole in un canto armonioso, convincente. ‘Wild Animals’ – ancora una volta per il marchio di fiducia Loose – si ispira mirabilmente alla tradizione orale americana. Andando a spolverare antiche memorie, con storie popolate da figure oscure e mistiche, la famiglia meravigliosa inscena un ritratto attendibile della migliore americana, tanto dal punto di vista lirico che musicale. C’è sicuramente l’influsso degli  Appalachi, del rock psichedelico, del tin pan alley e finanche della musica medievale, elementi che spingono verso soluzioni inedite la coppia, tra le più originali  nel filone dei neo-tradizionalisti.

 

Capaci di distinguersi in un mare di sterili esecutori, gli Handsome Family portano a compimento una crescita strutturale che pur partendo dal rigoroso utilizzo di un banjo o dall’adesione al formato della ballata vecchio stile,  prevede un originale ricorso ai campionamenti, ai loop e a tutta un’effettistica estremamente coraggiosa. Un’idea di ‘wilderness’ che pur attingendo ad immagini sbiadite e ricorrenze che si perdono nella notte dei tempi, adegua quelle sensazioni ad un tappeto musicale cangiante. Gli Handsome Family declinano in pratica la loro musica in un’encomiabile varietà di stili: pop, classic rock, countrypolitan, bossa nova, cajun e addirittura prog rock. E’ forse la pagina più alta nella loro discografia , una pennellata vecchio stile sul folk che verrà.

Magento Administrator Dec 22, 2013 6:58:06 PM News

Libraries Italiane

1Sonorizzazioni, musica descrittiva, musica per commenti sonori o - in inglese - library o production music. Ovvero librerie di musica realizzata appositamente per essere sincronizzate con immagini televisive, per fare da sottofondo o intermezzo alle parole della radio e talvolta persino per sonorizzare qualche b-movie dal budget inesistente.


La library music però non è solo una sorella minore delle colonne sonore per il cinema, ma un (non) genere con una sua dimensione propria, i suoi musicisti di riferimento e la sua epoca d’oro. L’Italia in particolare è stata nella seconda metà del secolo scorso uno dei paesi europei leader (assieme all’Inghilterra e alla Francia) fra i produttori di dischi per sonorizzazioni, una tradizione musicale ed editoriale che continua anche oggi ma che ha avuto negli anni ’60 e ’70 il suo picco creativo ed imprenditoriale.
 
Un pugno di editori musicali quasi tutti di base a Roma nel quartiere Prati (dove c'erano e ci sono ancora gli uffici della RAI, a Viale Mazzini) in quegli anni ha pubblicato attraverso una miriade di etichette dai nomi strambi e dalla vita breve migliaia di album, dato lavoro e possibilità espressive a centinaia di musicisti e creato un patrimonio sonoro la cui importanza artistica ha sorpassato di gran lunga la sua funzione originale di musica “di servizio”.

Penny Records è così orgogliosa di introdurre 3 nuove pubblicazioni in una linea apposita di ristampe. Un trittico che attinge al favoloso catalogo dell’editore Flipper

Società Malata (Sick Society) del 1975 è una straordinaria collezione di tracce sperimentali, ambient ed elettroniche, che funziona come una riflessione uditiva sulle debolezze umane ed il decadimento dell’universo occidentale. Commercialmente disponibile per la prima volta, l’album è stato recuperate dagli archivi della Flipper Music, uno degli editori di libraries più importanti in Italia e casa di etichette di culto come Octopus, Deneb, Canopo e Flower.

Pubblicato originariamente nel 1970 l’unico album accreditato ad Alessandro Alessandroni ed al gruppo vocale I Cantori Moderni, riceve oggi un trattamento di lusso e raggiunge finalmente gli scaffali di tutti i negozi specializzati. Un coro variabile dagli 8 ai 16  elementi, che metteva in fila figure a loro modo imponenti come Edda Dell’Orso (che ricordiamo anche per le numerose collaborazioni con Morricone), Giulia De Mutiis (la moglie dello stesso Alessandroni), Gianna Spagnuolo, Augusto Giardino e Franco Cosacchi. I 12 temi originali composti da Alessandroni mettono in luce le complesse armonie vocali del leggendario ensemble, che a titolo diverso ha collaborato a colonne sonore accreditate ad Ennio Morricone, Piero Umiliani e a numerosi altri compositori italiani del ventennio 60/70.

Il sassofonista e flautista siciliano Nino Rapicavoli è da considerarsi tra i più originali – e forse meno conosciuti – compositori dell’ epopea cinematografica italiana dei ‘70. Un musicista con un solido retroterra jazz, Rapicavoli è stato anche membro dell’orchestra ‘statale’ della RAI TV. Autore di una manciata di libraries a suo nome, il nostro ha sempre regalato lodevoli esempi di qualità, raggiungendo il suo apice creativo proprio in questo Divagazioni (Ramblings), un esuberante mix di jazz, easy listening e varianti prog che si distingue proprio per il gusto eccentrico italiano tipico di quella lunga e fatata stagione.

 

Magento Administrator Dec 22, 2013 6:56:12 PM News

Isis meets Chino Moreno of Deftones




Direttamente da Los Angeles la nuova sensazione heavy-shoegaze. Dietro alla sigla Palms, pronta a debuttare con l’album omonimo questo giugno per Ipecac, si nascondono in realtà personaggi ben noti dell’emisfero rock statunitense più incline alla ricerca. Parliamo di veri e propri eroi del nostro tempo che rispondono ai nomi di Chino Moreno (voce dei Deftones) ed Isis. In pratica uno scontro tra titani pronto a ridefinire le fattezze di quello che è il suono heavy contemporaneo.

 
Dalle ceneri degli Isis, che alla Ipecac debbono proprio la diffusione del loro verbo, arrivano Bryant Clifford Meyer (chitarre e tastiere), Jeff Caxide (basso, tastiere) ed Aaron Harris (batteria, elettroniche). Dopo lo split consensuale del gruppo madre forse la decisione più ardua di sempre: abbandonare la musica o continuare con una nuova avventura. Il fatto di vivere a Los Angeles e di aver pubblicato collettivamente musica per così tanto tempo, deve aver condizionato la loro scelta, di fronte ad un desiderio comune: abbandonare l’aspetto unicamente strumentale. C’era bisogno di una voce, possibilmente carismatica.
 
In cima alla loro lista Chino Moreno, il cui stile poteva immediatamente interfacciarsi alla visione eclettica dei Palms. Harris, che ha anche registrato e supervisionato l’album, sapeva di una passione innata del cantante per gli Isis, ecco perché non ha avuto remore a coinvolgerlo nel progetto. Amavo le sue dinamiche e la sua estensione vocale – dice  Harris – poteva passare da momenti di grande leggerezza ad attimi di pura acredine, mettendo seriamente a rischio le sue corde vocali. Anche la sua scrittura possedeva il giusto magnetismo. Moreno non si è mostrato per un attimo titubante, accettando immediatamente l’incarico.
 
Il dinamismo di Moreno si bilancia con gli spostamenti tettonici nella strumentazione dei Palms, quando ulula sopra la chitarra di Meyer - creando letteralmente una conflagrazione con i ritmi propulsive di  Caxide ed Harris – nell’apice emotivo di ‘Shortwave Radio’. Un album che nel suo processo di scrittura ha consentito di ampliare il piglio creativo di ambo le parti. C’è maggiore comunicazione rispetto agli ultimi giorni degli Isis, nessuno sembra più temere il confronto e nessuno è più confinato alle rispettive consegne. Nelle parole di Meyer,  i brani nascono dal  subconscio, le tessiture sonore si accumulano come sedimenti, fornendo la base all’ispirata vocalità di Moreno. Come nell’andamento lento di ‘Antarctic Handshake’ che affianca note cristalline capaci di risuonare nello spazio con una voce pienamente a suo agio in  luoghi ed atmosfere distanti, create ad hoc dai sottili passaggi del synth.


Magento Administrator Dec 22, 2013 6:55:18 PM News

Baba Sissoko et Sa Maman

Baba et sa maman rappresenta molto più che un disco di musica maliana tradizionale. Innanzituto è un omaggio alla storia e alle radici familiari: nella fattispecie, quelle di un grande griot, maestro della parola, figlio e nipote di coloro che per mezzo secolo sono stati a capo di una casta del tutto speciale in Mali, tanto temuta quanto venerata. Ma è soprattutto un omaggio alla madre, con tutte le accezioni allegoriche che questa figura porta con sé nella secolare tradizione mandingo: «La natura ha dato forza alle donne, che sono come un altro dio sulla terra per noi figli» cantava diversi anni fa in “Bimoko”. «La mamma è come la terra, come la foresta, come il sale; la mamma è come la luna piena nella notte.» 

 
Sono stati necessari diversi anni per mettere in piedi questa magia. Da un lato la distanza geografica (Baba si è trasferito quindici anni fa in Italia), dall’altro la mistica dei sentimenti, che nei grandi progetti, segue direttrici temporali senza regole né raziocinio. Scrive lo stesso Baba nelle note interne del disco: «Non avevo fretta, perché sono un tipo paziente, ed ho imparato a casa, attraverso la mia educazione, che quando ami e senti davvero qualcosa hai tutto il tempo per realizzarlo.» L’occasione ha preso forma durante l’ultimo soggiorno a Bamako. Lì, presso i mitici studi Bogolan, ha chiamato a raccolta il nipote Djime - come lui virtuoso del liuto tradizionale ngoni, da anni al servizio di personalità come Toumani Diabate e Afel Bocoum - e il meraviglioso Zoumana Tereta, il più grande suonatore vivente del violino monocorde soukou, già al fianco di altri giganti maliani come Oumou Sangare e Bassekou Kouyate.
 
Antiche melodie mandingo, solenni, tetragone, spirituali, le stesse che Baba sentiva cantare nei suoi ricordi di bambino, tornano finalmente a nuova vita attraverso arrangiamenti ridotti all’essenziale; pura magia acustica radicale, senza sovraincisioni o trick da studio. Solo la voce dolce e austera di Djeli Mah Damba Koroba, accompagnata dagli ancestrali cordofoni bambara e le percussioni tradizionali, il tutto sotto la direzione dell’unico e inimitabile maestro Baba Sissoko.
 
Un disco speciale che, attraverso i suoni della memoria, utilizza un linguaggio la cui percezione ci appare sin da subito comprensibile e familiare. A prescindere dalle differenze di luogo, ceto e cultura. «È grazie alla mia famiglia che ho imparato cosa significa rispetto. E quando si capisce cosa significhi davvero rispetto, si entra in possesso di una chiave che è in grado di aprire le porte del mondo.»

Magento Administrator Dec 22, 2013 6:54:28 PM News

Godspeed You! Black Emperor

E’ difficile credere che sia già passato un decennio dalla pubblicazione di ‘Yanqui U.X.O’., l’ultimo album da studio della compagine canadese che ha definitivamente infranto i canoni del dopo-rock. Del resto l’etica che da sempre ha caratterizzato i Godspeed You! Black Emperor è molto distante dalle logiche di mercato, quasi a definire un approccio ‘politicizzato’ che forse dai tempi dei Crass non era stato così deciso. Per Yanqui  nessun piano promozionale o di marketing, il disco usciva in sordina poco prima del natale 2003, ribadendo semmai il credo extra-parlamentare dei nostri, forti indipendentisti francofoni con base a Montreal. Mai scorderemo quella bomba molotov effigiata sul retro-copertina dell’Ep ‘Slow Riot For New Zero Canada’ e ancor meno la back cover di Yanqui, dove vengono tracciati i rapporti inestricabili tra le multinazionali del disco e la vastità dell’industria bellica.

 
Tornanti propriamente in azione nel 2010, senza del resto mai aver annunciato un ufficiale allontanamento dalle scene, i Godspeed hanno anche organizzato una delle più riuscite edizioni del festival ATP, portando con sé numerosi artisti del roster Constellation. Il ritorno in studio è improvviso, volutamente tenuto segreto. Contrariamente alle logiche che vogliono il social network in anticipo sui tempi. Nessuna indiscrezione, ancora a ribadire quella veduta distante dalle logiche aberranti del consumismo.
 
Chi segue i Godspeed rispetta le consegne, un atto di fede e rispetto. Per tornarsi a scuotere di fronte all’annuncio improvviso, alla trasmissione di dati istantanea. Quattro i  lunghi brani che costituiscono questa ascesa paradisiaca: Mladic, Their Helicopter’s Sing, We Drift Like Worried Fire e Strong Like Lights At The Printemps Erable. Un cd ed un lp con sette pollici in allegato, un nuovo trionfo dei sensi, un’epica inarrivabile. La prima e la terza traccia del disco sono state registrate presso lo studio di ‘casa’ Hotel2Tango da Howard Bilerman, la seconda e la quarta nella sala prove del gruppo stesso, successivamente mixate presso The Pines. Il vinile è stato stampato in grammatura 180 presso Optimal (Germany) con copertina apribile.
 

La formazione del gruppo prevede oggi i seguenti musicisti: Thierry Amar, David Bryant, Bruce Cawdron, Aidan Girt, Efrim Manuel Menuck, Michael Moya, Mauro Pezzente, Sophie Trudeau e Karl Lemieux.