... LOGIN / SIGN UP / CART (0)
Administrator Goodfellas Sep 2, 2014 5:31:32 AM News

Half Japanese: back in action !



Il tempo oltre ad essere tiranno scorre in maniera inesorabile, ecco a voi – a distanza di 13 anni dall’ultimo parto in studio – ‘Overjoyed’ una nuova produzione accreditata al genio ribelle Jad Fair. Meglio noto come deus ex-machina degli Half Japanese, una delle più influenti formazioni del panorama underground americano degli ultimi 30 anni. Jad è l’uomo che ha imbastardito il pop o ingentilito il punk, a seconda dei punti di vista. Dopo i primi vagiti della band – una risposta meno severa allo strapotere della no wave newyorkese – l’orientamento è stato noto: una forma canzone che cullasse incubi adolescenziali e navigasse tra muri di feedback ed armonie comunque serene. Un gioco delle parti che ha giovato agli Half Japanese il dono dell’eternità artistica.

Responsabili loro malgrado dell’estetica lo-fi, sostenitori delle metodologie fai-da-te e autentici fari dell’universo indie – chiedere pure a Sonic Youth, Neutral Milk Hotel, Daniel Johnston e all’anima di Kurt Cobain (che puntualmente segnalava il gruppo tra i suoi 50 preferiti di sempre, tanto da volerli come opening act nel tour di ‘In Utero’). Dettaglio un pizzico più scabroso: quando il corpo del leader dei Nirvana fu trovato senza vita, indossava proprio una maglia degli Half Japanese. Senza esagerazione Jad Fair continua a portare in alto il vessillo di una delle band più trascendentali ed amabili del music biz. ‘Overjoyed’ è stato registrato e prodotto da John Dieterich dei Deerhoof e senza ombra di dubbio si pone tra le cose migliori in catalogo della band. Uno stile parzialmente più aggressivo ed una rinnovata ‘patina’ sonora accompagnano la nuova fatica per Joyful Noise: siamo di fronte ad una terza giovinezza ?