... LOGIN / SIGN UP / CART (0)
Administrator Goodfellas Jul 2, 2014 7:02:58 AM News

My Brightest Diamond vs Detroit



This Is My Hand
apre con un interrogativo. Qual’è il valore della musica ?

Shara Worden è stata coinvolta in una collaborazione audio-video con Matthew Barney e Jonathan Belper per l’opera cinematografica di 6 ore River of Fundament, ambientata nelle dismesse industrie automobilistiche della nota motorcity Detroit. Nella pellicola, una marching band della scuola superiore sfila in processione attraverso le strade della città, esibendosi successivamente all’interno delle fabbriche in disuso, generando un eco interessante tra gli hangar ed i macchinari in smobilitati. Uno scenario che ha indubbiamente colpito Shara, che proprio per il nuovo album ha scelto un  indirizzo musicale che recupera visioni più  primitive, basiche.

 “Negli Stati Uniti, le marching band sono un tipico frutto della cultura scolastica, rappresentano in assoluto qualcosa di inclusivo, qualcosa con cui tutti possono confrontarsi ed imparare. Durante le riprese del film ciò che ho maggiormente apprezzato è stato l’approccio in piena comunione dei partecipanti, il modo in cui la batteria ed i fiati potessero viaggiare verso uno spazio tridimensionale. C’è anche un altro modo in cui approcciarsi al disco, una genesi che ha consentito cambi sostanziali nella mia carriera, spingendomi a riflettere su cosa la musica fosse per me in prima istanza. Quale fosse il suo valore estremo”

Provando a dare una risposta al quesito, Shara si è avventurata attraverso la composizione, dimostrando ancora un’attitudine improntata alla ricerca. Un percorso cultural che l’ha portata ad un ritorno repentino alle basi, cercando forse l’aspetto più tribale dell’universo musicale stesso. Uno sforzo memorabile: come immaginare l’utilizzo del suono nell’era primitiva, prima della conquista della parola. Queste le idee alla base del disco, alla ricerca di un fondamento essenziale. Il battito delle mani, il canto all’unisono, in pratica tutto ciò con cui la gente potesse identificarsi al primo battito.

Aldilà del brano posto in chiusura – Apparition, che suona come un esperimento elettronico tratto dal film culto Tron -  This Is My Hand è fondamentalmente un lavoro di musica pop, che non rinuncia alle proprie radici etniche, con lo scopo essenziale di revisionare proprio il folklore a stelle e strisce. . Le coreografie di Shara sono comunque eccezionali e nonostante l’idea di sobrietà potrete ascoltare fiati, legni ed ottoni gentilmente messi a disposizione dalla Detroit Party Marching Band.

Prodotto dalla stessa Shara in combutta con il tastierista Zac Rae, il nuovo My Brightest Diamond è quasi una celebrazione della vita sulle macerie della civiltà occidentale, un paradosso utile e doloroso.