... LOGIN / SIGN UP / CART (0)
Administrator Goodfellas Aug 28, 2014 1:38:31 AM News

Vashti saluta




Nove anni dopo  ‘Lookaftering’, il suo ultimo disco a presentare materiale inedito, la leggendaria cantautrice britannica Vashti Bunyan ritorna con un nuovo disco capace di togliere letteralmente il fiato. Registrato per buona parte ad Edinburgo, nel suo studio casalingo, nel corso degli ultimi 7 anni, ‘Heartleap’ è una collezione di brani unica nel suo genere, una gentile scossa che in 10 episodi rappresenta il lascito di Vashti, intenzionata senza alcuna possibile replica ad abbandonare le scene musicali. Un’ uscita discreta, quasi in punta di piedi, così come accaduto in occasione del suo rientro in scena. Una personalità mai invasiva la sua, una meteora nel circuito del revival folk inglese dei tardi ’60, eppure capace di confezionare un autentico capolavoro del genere come ‘Just Another Diamond Day’ – disco che dopo 30 anni di completo abbandono, tornava ufficialmente sul mercato in una puntuale ristampa del  2000.

‘Heartleap’è così a tutti gli effetti il suo terzo album, un lavoro che rispetta in pieno la tradizione, attraverso composizioni morbide, sottili. Un disco dunque fuori dal tempo, se pensiamo al lungo periodo di gestazione ed alla quasi completa individualità nella programmazione. Distante dalle pressioni del mercato discografico odierno Vashti ha stabilito le sue tempistiche, elaborando per questo capitolo finale uno dei più docili addii. E’ stata in pieno controllo dell’intero processo produttivo, dalla scrittura all’arrangiamento, dall’esecuzione alla fase di incisione. Stabilendo come quartier generale la sua Edinburgo. Una grande fluidità accompagna i brani, rivelando un’anima sobria e suggerendo una pace dei sensi. Un disco così specchio dell’anima, costruito con grande pazienza ed ascrivibile in termini di meriti alla sola autrice, che solo in rare occasioni è ricorsa al supporto di figure esterne (Devendra Banhart – fan della primissima ora – ed Andy Cabic dei Vetiver). Sempre ai margini del music business Vashti saluta con grande eleganza, con una una lunga elegiaca carezza.