Administrator Goodfellas 31/mar/2014 04.38.35 News

Superfly, la ristampa



La morte di Curtis Mayfield nel 1999 ha private l’intero universo della musica popolare di uno dei suoi principali performer, scrittori e produttori. Già all’epoca del suo esordio solista nel 1970, aveva raggiunto un livello di fama che molti artisti non arriveranno a sfiorare nemmeno a fine carriera. Già il coinvolgimento negli Impressions, di cui è stato uno dei leader, ha fruttato al nostro un roseo avvenire, prima di arrivare a fondare il suo marchio discografico e diverse compagnie di edizioni musicali.

Gli album in solo registrati tra gli anni 70 ed i 90 – prima della sua tragica scomparsa- portavano il fiero marchio della sua etichetta Curtom Records. Un testamento del suo genio e della sua politica. La ripubblicazione in versione estesa di ‘Superfly’ – da parte della britannica Charly – ci riporta in particolare ad un grande momento per quello che riguarda la controcultura black. I temi principali della mitologica colonna sonora rimangono l’amore e la presa di coscienza sociale. La sua influenza sulla cultura nera americana non ha eguali. L’accompagnamento al film blaxploitation per antonomasia è stato a lungo ai vertici delle classifiche statunitensi, raggiungendo il podio nel 1972 e regalando a Curtis un disco d’oro. Due dei singoli estratti – la title track e l’altrettanto indimenticabile ‘ Freddie’s Dead’  - hanno entrambi raggiunto la top 10. Due brani che unitamente all’altrettanto sinistra Pusherman' hanno contribuito a plasmare un messaggio verosimilmente anti-droga.

 La colonna sonora integrale del film appare sul primo disco, accompagnato in questa edizione speciale da un quasi-album gemello che prevede demos, alternate versions, un pezzo non presente nella scaletta originale e due spot radiofonici – rigorosamente contro l’uso di stupefacenti !  - registrati dallo stesso Curtis.  Questa favolosa ristampa è poi accompagnata dalle dettagliate note di copertina di un consumato leader della comunità musicale nera newyorkese: Greg Tate.