Administrator Goodfellas 25/giu/2015 04.48.41 News

Dam Funk, quest for vintage



Damon " Dām-Funk" Riddick è l’epitome del funk, almeno secondo una visione vintage contemporanea. Dal momento del suo debutto per Stones Throw nel 2008, Dām-Funk ha fatto un discreto numero di proseliti, divenendo portavoce di un’estetica che affonda naturalmente nella controcultura black dei ’70. Nel 2013, forte dei suoi exploit underground, si consocia a un altro figlioccio di George Clinton, il rapper Snoop Dogg. La collaborazione ‘7 Days of Funk’ sarà una delle più sincere operazioni ispirate alla fantastica città del cioccolato . Il nuovo album a titolo ‘Invite The Light’ non è stato certo concepito in un breve lasso di tempo, riportando piuttosto la cronaca fedele di un lavoro di circa 6 anni nello studio-casalingo.

Una delle colonne del catalogo Stones Throw, Riddick ha pubblicato gran parte dei suoi lavori per la label, dal debutto del 2009 ‘Toeachizown’ a quella fantastica antologia meglio nota come ‘Adolescent Funk’, sfiorando anche il successo mainstream con il Doggfather. Il talento del nostro si estende ben oltre una precisa estetica, le sue capacità di polistrumentista consentono un ampio raggio d’azione in una totale padronanza del banco mixer e delle macchine – rigorosamente  analogiche – messe in campo. Perché dunque rinunciare a comparse illustri come quelle del rapper Q-Tip, dell'ormai sodale Snoop Dogg (nella programmatica Just Ease Your Mind From All Negativity, vero e proprio inno solare) , dell'eroico indie glamster Ariel Pink, di una vecchia volpe come Flea dei Red Hot Chili Peppers, dell' ex-stellina dell'r&b di Chicago Jody Watley (quanti di voi sono stati folgorati dal suo smash hit Looking For A New Love ?)  del duo composto da padre e figlio Leon Sylvers III & IV  e di un gigante del funk come Junie Morrison degli Ohio Players? Siate pur certi che la missione di rimettere il funk al centro dell’universo non verrà disattesa.

Info:
https://www.stonesthrow.com/damfunk