Administrator Goodfellas 03/lug/2014 03.16.13 News

Samples Only



Ancora per Spittle un provvidenziale ristampa in vinile - con cd in allegato - per una delle raccolte chiave del nord-est italico. Un saggio perentorio di come la wave avesse attecchito sullo specchio della laguna veneziana, grazie alle interpretazioni cruciali di Ruins, European Stage, Kitsch Putsch, R.A.R.A. ed Art Dèco.

Una congiunzione astrale irripetibile si sta verificando proprio adesso. La mia camera è n’astronave piena di poster e diavolerie varie, il giradischi non smette mai di girare e la radio continua a sfornare nuove canzoni mai sentite prima. L’era dei razzi è finita. Ora c’è la musica e questa è l’era della New Wave! Una nuova ondata, uno tsunami benevolo sta travolgendo tutto, anche qui in questa nebbiosa e assonnata laguna veneziana. I ragazzi più grandi provano ancora a sfotterci con la storia del ‘68 e di tutti i mostri sacri di quel periodo. Abbiamo anche noi la nostra musica: rock, beat, elettronica, punk ed anche funky, tutto fuso assieme per creare qualcosa di completamente nuovo, e ogni cosa che viene impressa sul vinile è stupenda.

Noi respiriamo la musica in tutto quello che facciamo. Succhiamo avidamente il nostro futuro attraverso Massarini e il suo Mr. Fantasy, rimanendo per ore nei negozi di dischi ascoltando scrupolosamente ogni singolo brano prima di spendere tutte le nostre paghette e poi giù di corsa a casa a duplicare tutto agli amici sulle C90 ! Sogniamo locali mitici come il CBGB di New York e il Blitz Club di Londra, ma i nostri non sono da meno come il Tenax a Firenze, il Plastic a Milano o proprio sotto casa lo Shindy e il Memorabilia. Là possiamo sfoggiare tutti i nostri nuovi look: una cornucopia rutilante di stili che vanno dal minimalismo estremo al dandy più sfarzoso. Spille, borchie, scarponi chiodati,

ma anche rimmel e fard e tanto zucchero nei capelli. Ma la facciamo anche la musica. Da ogni parte ti giri ci sono cantine e garage tempestati di cartoni delle uova dove trovi giovani entusiasti intenti a suonare chitarre, batterie e synth. Sembrano tanti fabbri che picchiando sudati sulle loro tastiere forgiano nuovi suoni, scolpiscono nuove melodie e finisce che ci incidono anche dei dischi. Tra trent’anni, se mai avrò un figlio, troverò il modo di trasmettergli, magari mediante un sistema audio a conduzione ossea, tutte le formidabili emozioni che sto vivendo, facendogliele provare attraverso le buone vibrazioni di un grande album come Samples Only ! E poi che tornino pure i razzi.

Daniele Orsoni ( 1983)